M5S: “Inizio anno scolastico, cosa bolle in pentola?”

177

CIVITAVECCHIA – Dal Gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle riceviamo e pubblichiamo:

La difficile situazione venutasi a creare con la pandemia causata da Coronavirus ha imposto la chiusura degli istituti scolastici di ogni ordine grado a partire da marzo 2020 per proseguire le lezioni per mezzo della didattica a distanza. La mancata conoscenza di come evolverà questa situazione epidemica e come bisognerà iniziare il nuovo anno scolastico con modalità diverse e con maggiori risorse e mezzi spinge il nostro gruppo consigliare a chiedere chiarimenti in merito alle azioni che si stanno mettendo in campo al riguardo.
È risaputo che la riapertura delle scuole, qualora avvenisse nei tempi prestabiliti, necessita di una completa riorganizzazione degli spazi e dei tempi, non solo per quanto riguarda gli studenti, ma anche gli insegnanti, il personale ausiliario e amministrativo, per assicurare loro il distanziamento e il rispetto delle norme sanitarie.
È necessario quindi che, accantonati gli eventi estivi, si cominci a parlare di scuola e di cosa si sta facendo per assicurare un rientro adeguato. Abbiamo saputo, infatti, che alcune sezioni di alcune scuole sono state spostate senza aver avvisato la componente genitoriale e questo va contro l’atteggiamento di confronto e di apertura che questa maggioranza va decantando da sempre: lo spostamento di sezioni e classi, infatti, va concordato e sottoposto all’attenzione di genitori e famiglie, che a settembre si troverebbero ad affrontare una decisione caduta dall’alto e senza aver avuto la possibilità di portare osservazioni e dubbi.
Inoltre sappiamo che sono arrivati fondi per l’acquisto di arredi scolastici e ci piacerebbe sapere come saranno distribuiti per le scuole cittadine, attraverso un piano pubblico e trasparente.
Un’altra situazione che chiediamo venga attenzionata è quella del trasporto scolastico. Il rischio che dovrà affrontare chi si reca a scuola con un mezzo pubblico, dove difficilmente tale distanziamento verrà osservato, non è da sottovalutare e Il problema di come recarsi a scuola in sicurezza utilizzando il trasporto pubblico e’ un problema reale. Cosa si sta predisponendo per il trasporto scolastico?
A queste ed a tante altre domande i cittadini aspettano risposte. L’estate sta finendo, gli eventi sono terminati, ora è essenziale rimboccarsi le maniche e lavorare per la scuola”.

Gruppo consiliare M5S