M5S: “A Civitavecchia la maggioranza ha deciso che consiglieri e assessori non devono pagare il parcheggio”

CIVITAVECCHIA – Il Movimento Cinque Stelle torna a porre l’attenzione sugli stalli a pagamento e, in particolare, sulla contestata decisione di riservare la sosta gratuita a consiglieri comunali ed assessori nelle zone limitrofe Palazzo del Pincio.

Come gruppo consiliare – si legge in una nota del M5S – ci ritroviamo a puntare il focus sull’inerzia dell’Amministrazione Comunale nei confronti della nostra diffida ad adempiere a quanto disposto con l’ordinanza n. 441 del 29 ottobre 2020. Con la suddetta ordinanza, infatti, si permetteva ai consiglieri ed agli assessori di parcheggiare a titolo gratuito e senza limiti nelle aree limitrofi la sede comunale durante lo svolgimento delle attività istituzionali, cosa che abbiamo aspramente contestato. Risale infatti a novembre 2020 la diffida, da parte del consigliere D’Antò, a perseguire tale scelta, senza aver mai ricevuto risposta al riguardo. Oggi torniamo a ribadire la cosa, rimarcando la nostra contrarietà e presentando formalmente la nostra rinuncia a tale possibilità in quanto ritenuto privilegio inopportuno, a maggior ragione dopo l’aumento dei parcheggi da poco approvati nei confronti dei cittadini”.

“Auspichiamo in un risveglio delle coscienze nel perseguire il bene collettivo – concludono dal Gruppo Cinque Stelle – ritornando sulle scelte non a tutela della cittadinanza e del periodo difficile che stiamo vivendo”.