Lollobrigida: “Rfi faccia pace con sé stessa”

Francesco LollobrigidaCIVITAVECCHIA – “Il gruppo Fs faccia pace con se stesso. Da una parte c’è Italferr, società del gruppo, che vince la gara e sta realizzando il progetto per la Civitavecchia-Capranica-Orte, opera alla quale la Regione Lazio crede; dall’altra abbiamo Rfi, che sostiene pubblicamente l’inutilità dell’opera. Se così fosse, a che scopo effettuare una progettazione dal costo di circa 2 milioni di euro senza la prospettiva di poterla utilizzare?”. E’ quanto afferma l’assessore regionale alle Politiche per la Mobilità e il Tpl, Francesco Lollobrigida.
“Rfi – prosegue l’assessore – continua a non investire sulle potenzialità del trasporto merci su ferro, a loro avviso in contrasto con scelte nel breve periodo più redditizie (alta velocità). Il passante Tirreno-Adriatico, seppur con le molte difficoltà tecniche da affrontare per bypassare la barriera degli Appennini, appare l’unica vera possibilità per congiungere il Lazio, attraverso la porta naturale sul Mediterraneo di Civitavecchia, all’Europa dell’Est in maniera rapida e a basso impatto ambientale. Gli investimenti per i corridoi europei passano anche da questi modelli”.
“Chiediamo al gruppo Fs – conclude l’assessore – di chiarire le dichiarazioni contrastanti che metterebbero in discussione, se fossero vere, l’utilità di una progettazione alla quale essi stessi per coerenza dovrebbero rinunciare. Tutto ciò pur ricordando che spetta solamente alle istituzioni il ruolo di indirizzo e programmazione dello sviluppo”.