Licenziamento e nessuna prospettiva per gli ex dipendenti Gbu

312

CIVITAVECCHIA – E’ terminata con il licenziamento per fine attività l’esperienza degli ormai ex dipendenti della GBU, azienda di manutenzioni meccaniche nella Centrale Enel Torrevaldaliga Nord di Civitavecchia.

Dopo la fine del subappalto in Centrale, infatti, che già nei mesi precedenti si era progressivamente ridotto, la società non ha trovato nuovi sbocchi di lavoro, andando incontro a una crisi di ordini e fatturato che si è conclusa con il licenziamento del personale. Lavoratori che, per competenza e professionalità, hanno sempre svolto importanti attività per la Centrale ma che adesso si trovano in disoccupazione dal mese di agosto e per i quali al momento non si vedono prospettive.

Una situazione di profonda difficoltà su cui la Fiom Cgil richiama l’attenzione delle istituzioni e della politica. “In queste stesse condizioni – affermano dal sindacato – si trovano altre decine di metalmeccanici che hanno perso il posto di lavoro in seguito alle contrazioni delle attività o alla fine delle commesse. Il ‘Tavolo permanente del lavoro’ presso il Comune di Civitavecchia sia l’occasione per discutere, ma soprattutto per individuare le soluzioni ai problemi occupazionali del territorio”.