“Libere, liberi. Contro l’omofobia, la transfobia e la misoginia”

1975

CIVITAVECCHIA – “Il DDL Zan va sostenuto da tutte e tutti. Perché è una legge che si attende da 25 anni contro i discorsi e i crimini d’odio contro le persone lesbiche, gay, bisessuali e trans e, in questo disegno, si include anche l’odio contro le donne, cioè la misoginia”.

Così si esprimono i promotori della manifestazione autoconvcata per giovedì 16 luglio alle ore 21:00 davanti in Piazzale degli Eroi, intitolata “Libere, liberi. Contro l’omofobia, la transfobia e la misoginia. L’omofobia non è un’opinione, è violenza”.

“Il testo – spiegano i promotori – punisce ogni forma di istigazione al compimento di atti discriminatori e violenti per motivi legati a sesso, genere, orientamento sessuale e identità di genere. Una legge quindi, questa che se venisse approvata, servirebbe a contrastare odio, violenze e discriminazioni per motivi di genere. Tutti i generi. C’è una spirale di violenza da fermare, le persone non possono essere aggredite o discriminate per ciò che sono e per chi amano. Una risposta alla speranza di una grande parte della società di veder riconosciuti diritti che si attendono da quasi 30 anni, e di rendere questo Paese un luogo più giusto, più sicuro e più libero per tutte e per tutti. È per questo, e contro ogni tentativo discriminatorio, che diamo appuntamento a Giovedì 16 aprile alle ore 21:00 in Piazzale degli Eroi, alla Civitavecchia libera, solidale, che ama e rispetta”.