L’Ass. Di Paolo contro Confcommercio: “Pensa solo alla poltrona”

CIVITAVECCHIA – “Mi dispiace che un’associazione importante come è Confcommercio, sia rappresentata tanto male al livello locale!”.

Questo quanto dichiara l’assessore al Turismo e Commercio, Emanuela Di Paolo, che aggiunge: “Di solito non è mio costume raccogliere le provocazioni meschine, come ho dimostrato più volte in Consiglio comunale, ma in questo caso non posso non rispondere alle affermazioni di Graziano Luciani che in una intervista, banale e populista, attribuisce erroneamente la scelta di aumentare il costo dei parcheggi all’Assessore al Commercio, viene il dubbio che non conosca esattamente attribuzioni e funzioni del ruolo. È vero che fin dalle prime riunioni gli operatori del mercato lamentavano mancanza di ricambio continuo delle auto e chiedevano l’innalzamento delle tariffe orarie dei parcheggi blu, ovviamente solo per la mattina e che lo stesso ragionamento vale per le ore pomeridiane per le altre attività commerciali, nonostante ciò non si è trattato di una scelta dell’Assessore, ma di un provvedimento voluto da tutta l’Amministrazione che ha anche altre esigenze che nulla hanno a che fare con il commercio; il vero problema non è la scelta, è la poltrona, che Confcommercio rivendica fin dall’inizio della consigliatura. Invece di pensare a giudicare inadeguati gli altri, il Sig. Luciani pensi ai veri problemi dei commercianti, in un periodo di crisi senza precedenti non ci si può limitare a sterili lagnanze, l’unica iniziativa di Confcommercio fino ad oggi è stata la promozione di un servizio di navettamento dal Porto subito bloccato perché illegittimo, per il resto niente; bisogna capire se Confcommercio vuole fare impresa o associazionismo. Le associazioni di commercianti attive in Città con cui collaboro sono molte, stanno facendo un grande lavoro e hanno visioni differenti”.

“L’unico modo per sollevare le sorti della nostra Città – prosegue l’Ass. Di Paolo – è di creare movimento, di ragionare con armatori e tour operator per portare i crocieristi in città e di richiamare i turisti dai territori limitrofi, negli obiettivi dell’assessorato e della Lega c’è proprio tutto ciò, per questo con il settore turismo abbiamo partecipato a bandi regionali e stiamo organizzando eventi che non si concentrino solo nell’estate, Covid permettendo. Dobbiamo riuscire a far crescere la Città, a riempire locali e strutture ricettive, a muovere davvero l’economia, solo così i Commercianti non si dovranno più preoccupare del costo del parcheggio, tutto ciò è possibile solo attraverso una lungimirante programmazione e attraverso i rapporti ed i canali istituzionali, dai quali la Confcommercio di Civitavecchia rimarrà esclusa se si farà rappresentare da chi invece del dialogo, mai negato, decide di attuare una politica denigratoria, che come noto a tutti è assolutamente sterile. Sono a disposizione per un confronto sui temi e soprattutto dei commercianti che volessero farmi conoscere la loro opinione sulla questione, visto che non è chiaro quanti commercianti Graziano Luciani e la sua boria rappresentino!”.