La proposta del PD: “Piantiamo un albero per ogni civitavecchiese vittima del coronavirus”

CIVITAVECCHIA – Piantare un albero per ogni civitavecchiese vittima del coronavirus. E’ quanto propone in una mozione il gruppo consiliare del Partito Democratico, che ricorda come la nostra città abbia pagato fino ad ora un prezzo di 42 vittime dall’inizio dell’emergenza Covid.

“Quelli che ci hanno prematuramente lasciato non hanno nemmeno avuto le esequie che consentono ai propri cari di separarsi con la consolazione dell’ultimo saluto della vicinanza dei parenti e degli amici.- si legge nella mozione a firma Marco Piendibene, Marco Di Gennaro e Marina De Angelis – Crediamo che Civitavecchia debba poter dedicare un luogo per non dimenticare i defunti di questa tremenda calamità e per capire che uno dei modi per combattere questa epidemia è proprio la cura dell’ambiente. Se è vero che la deforestazione e la perdita di biodiversità fanno cadere le barriere naturali all’espansione dell’epidemia, possiamo simbolicamente piantare un albero per ogni vittima del coronavirus nella nostra città. Perché gli alberi sono un simbolo di vita e perché ciascuno di essi possa crescere nel ricordo di ognuno di loro. Per portare a termine questo intento serve un’area verde disponibile e, visti i lavori in corso presso il parco di Yuri Spigarelli di San Gordiano, tale sito potrebbe dare al progetto una rapida realizzazione. Gli alberi potranno essere donati dalle stesse famiglie dei defunti o da chiunque altro voglia aderire all’iniziativa, compresa la stessa azienda che si sta occupando della ristrutturazione del parco. Ogni albero potrà portare accanto una dedica a cura di coloro che hanno donato la pianta stessa”.

Per questi motivi la mozione impegna il Sindaco e la Giunta: “a promuovere l’iniziativa ‘Dona un albero’ creando un apposito conto corrente dedicato specificamente allo scopo indicato nell’oggetto della presente mozione; ad attivarsi per verificare la fattibilità dell’iniziativa presso il ristrutturando parco Yuri Spigarelli e a verificare la disponibilità alla compartecipazione dei costi relativi alla piantumazione degli alberi da parte dell’azienda responsabile del restyling; ad individuare un’area verde nelle disponibilità del territorio comunale, qualora la soluzione del parco Yuri Spigarelli si rivelasse impraticabile, che possa costituire una valida alternativa per realizzare il piccolo bosco in memoria dei nostri concittadini scomparsi a causa della pandemia e che possa ricordare a tutti noi l’importanza della difesa dell’ambiente per la tutela della salute”.