Inquinamento oltre ogni limite

0
291

26La centralina dell’Enel di via Isonzo rivela dati allarmanti; il Pm10 supera per ben ottanta volte i limiti previsti. Dopo mesi di ricerche e di esposti alla Procura, il Coordinamento ha appreso la notizia solo ora.

“Questi ultimi due mesi – afferma per i “no coke” Maurizio Puppi- ci siamo affannati nella ricerca dei dati sul Pm10 cercando di richiamare l’attenzione anche del Parlamento europeo ma non abbiamo ottenuto risposte soddisfacenti; di sicuro adesso non si può soprassedere sui un rivelamento simile, i livelli di ozono e benzene fanno davvero pensare; e l’aspetto ancor più inquietante è che il controllo sull’inquinamento della città è nelle mani dell’Enel e passa attraverso quelle del sindaco e per tutto questo tempo ne siamo stati tenuti all’oscuro.”

Nella giornata di ieri i “no coke” sono stati ricevuti dal primo cittadino che ha indetto una riunione nella quale era presente anche l’ingegnere Flaminia Tosini dell’Ufficio Ambiente. Durante il ricevimento il sindaco Alessio De Sio ha ammesso di essere al corrente della situazione preoccupante per la città ma ha anche evidenziato l’impossibilità di riuscire a prendere provvedimenti almeno fino a quando per legge non saranno disponibili i dati del monitoraggio ambientale dell’Arpa. Il sindaco ha poi rassicurato i presenti sul fatto che la situazione in futuro migliorerà anche se i dati almeno per il momento non sono confortanti.”Avremo un gruppo in meno- ha affermato De Sio- ed un osservatorio ambientale che fotograferà la situazione permettendoci di intervenire in tempo reale”.

Intanto i “no Coke” continuano a darsi da fare; questa mattina infatti durante un incontro organizzato dall’onorevole Pietro Tidei con un gruppo di deputati del centro-sinistra, cercheranno delle risposte più convincenti percorrendo una strada alternativa e soprattutto più immediata.

NO COMMENTS