Il TAR si pronuncia: “La Valle del Mignone ha vinto!”

TARQUINIA – “La Valle del Mignone ha vinto!”. Così Comitato per il diritto alla mobilità di Tarquinia, Italia Nostra sezione Etruria, Comitato 100% Farnesiana e Comitato per la difesa della valle del Mignone commentano la sentenza con cui il TAR del Lazio ha annullato il provvedimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri e quello successivo del CIPE che concedeva la compatibilità ambientale  al tracciato Verde della Civitavecchia-Verde all’interno della Valle del Mignone, sito della Rete Natura dal 2000.

Era il 31 gennaio 2018 quando cittadini e associazioni ambientaliste presentarono ricorso al TAR che oggi si è definitivamente pronunciato dopo aver inviato dei quesiti in merito alla Corte di Giustizia Europea.

“Abbiamo vinto – commentano le quattro associazioni ambientaliste – la valle del Mignone ha vinto, l’ambiente ha vinto, hanno vinto il falco grillaio e tutta la fauna che vive nella valle, le piante, la convivenza rispettosa tra uomo e natura. Ha vinto il principio di precauzione, la tutela ambientale, il principio sacrosanto secondo il quale non tutto è concesso per motivi economici, non il fatto di distruggere un ambiente unico, protetto e che ci protegge dalla perdita di biodiversità, e così garantisce la nostra stessa sopravvivenza su questa Terra. Ha vinto la caparbietà di chi non ha smesso mai di battersi, di rispondere alle falsità, alla disinformazione, all’utilitarismo politico con la sola forza dei fatti, della ragione. Ringraziamo tutti coloro che hanno sostenuto questa battaglia di civiltà, con piccoli e grandi contributi, e lo Studio Viglione che, nella persona di Noemi Tsuno, ci ha accompagnato in quella che è stata la battaglia legale”.