“Il Pd non può trascurare situazioni come quelle dei lavoratori Pas”

217

CIVITAVECCHIA – Sono 80 i lavoratori della Pas in attesa di sapere quale sarà il verdetto del Comitato di Gestione sulla loro sorte. 80 persone, 80 famiglie che oggi hanno un lavoro e non sanno se lo avranno domani.

Dopo le dimissioni dell’Amministratore della Port Authority Security Rigoni (il terzo Amministratore in nemmeno due anni), il destino della società è sempre più appeso ad un filo. Una situazione drammatica che va ad aggiungersi ad altre situazioni già complicate all’interno del porto, a partire dal terminal frutta che già da questo mese rischia una riduzione significativa di traffici, il terminal contenitori e il settore dell’automotive ormai in fortissimo calo di esportazioni. Tutte questioni che stanno andando avanti nel silenzio quasi assoluto della città. È dovere della politica tutta preoccuparsi dei lavoratori di una società ormai in liquidazione e che, fino a due anni fa, era uno dei fiori all’occhiello delle aziende operanti nel porto di Civitavecchia.

In un momento di crisi occupazionale ed economica come quello che stiamo vivendo non può passare inosservato il rischio di centinaia di persone di perdere il lavoro. Ed è al mio partito, il PD, che rivolgo l’invito ad occuparsi di queste situazioni che, se ignorate, provocheranno, ancor di più, una disaffezione e un distacco nei confronti della politica al punto da non sorprendere se poi ai convegni organizzati dal partito in ambito portuale partecipino solo poco più di una manciata di persone.

 

Claudia FeuliSegretaria dei Gd Civitavecchia