L’Usb diffida il Comune sul trasferimento dei dipendenti di Ippocrate

541

CIVITAVECCHIA – La USB Pubblico Impiego rende noto di aver inviato una diffida al Commissario Santoriello, al Segretario Generale Lucidi, al dirigente Patrimonio Iorio e all’Amministratrice Landi di Ippocrate, in merito al trasferimento dei lavoratori di Ippocrate dalla sede attuale di Villa Albani Terme di Traiano ai locali dell’ex ufficio Patrimonio/Demanio in Lungo porto Gramsci. L’Associazione Sindacale chiede inoltre, prima di un eventuale trasferimento, la verifica di una serie di documenti accertanti la completa idoneità dei locali stessi a salvaguardia della prevenzione e sicurezza dei lavoratori e dipendenti diversamente abili, dei cittadini utenti e familiari dei bambini con handicap.

Questo il testo della nota:
” L’Associazione Sindacale di Base Pubblico Impiego, in merito alla lettera del Comune a firma del dirigente Patrimonio ing. Giulio Iorio prot, 28931 del 18/04/2014, chiede alle SS.LL. in indirizzo, prima dell’eventuale trasferimento della Soc. Ippocrate nei locali di Lungoporto Gramsci ex Uffici Patrimonio/Demanio, la verifica di una serie di documenti accertanti la completa idoneità dei locali stessi:

1 – Certificato agibilità;
2 – Planimetria destinazione uso locali;
3 – PM 37 riguardante tutti gli impianti elettrici;
4 – Certificazione Microclima interno ai locali; areazione;
5 – Accessi, percorsi, bagni e postazioni lavoro per dipendenti e cittadini utenti diversamente abili;
6 – Documentazione per vie di fuga e uscite di emergenza.

Si diffida pertanto l’Amministrazione Comunale al trasferimento senza verifica di quanto sopra e di effettuare il tutto nei modi previsti dalle norme di sicurezza ricordando che se ciò non avverrà, la Organizzazione Sindacale scrivente si vedrà costretta a segnalare tale situazione con esposto alle autorità competenti sanitarie e sicurezza, amministrative/finanziarie e penali.”