Il Comitato Civitavecchia Core si rivolge a Landini e chiede il supporto della politica

DCIM100MEDIADJI_0008.JPG

CIVITAVECCHIA – Il Comitato Civitavecchia Core continua con la sua battaglia al fine di far inserire il porto cittadino nella rete europea Core.

“Nei giorni scorsi – riferisce in una nota – ci siamo rivolti formalmente anche al segretario generale della CGIL, Maurizio Landini, affinché sostenga la nostra causa che, vogliamo ricordarlo, è un volano per la città, per lo sviluppo del territorio e quindi dei diritti di tutti i lavoratori. Ci dispiace non vedere altro sostegno oltre a quello della parlamentare del movimento cinque stelle Marta Grande e della Regione Lazio che, tramite il consigliere De Paolis, ha portato l’attenzione dell’assemblea sul tema. Oltre a piccoli progetti locali l’unico vero obiettivo comune dovrebbe essere questo, perché solo da questo passa il vero sviluppo della nostra città: i nostri amministratori invece ancora sono silenti, occupati da questa e quell’altra sagra, questa o quella ‘bega di quartiere’. Noi continuiamo diritti per la nostra strada, consapevoli del fatto che la politica, nel momento in cui si assume la responsabilità reale di governare, non si limita agli slogan ma lavora fattivamente per il bene comune”.