I nuovi Vivalto scatenano la polemica

124

trenoCIVITAVECCHIA – Scatena la polemica tra le opposte fazioni anche l’inaugurazione dei due nuovi treni Vivalto svoltasi stamane alla stazione di Civitavecchia alla presenza del Sindaco Moscherini e dell’Assessore regionale ai trasporti Francesco Lollobrigida. Iniziativa fortemente contestata dal Segretario del Pd Patrizio De Felici. “Per gettare un po’ di fumo negli occhi a venti giorni dalle elezioni, ecco partire la grancassa della propaganda: – afferma De Felici -un nuovo treno e nuovi posti. Ma la realtà è assai diversa. Oggi i pendolari hanno viaggiato come al solito: stipati, in vagoni sporchi, maleodoranti e il nuovo treno non è che una sostituzione (peraltro inutilizzabile dai pendolari perché parte troppo tardi). Il comportamento di Trenitalia, di Lollobrigida e del Sindaco di Civitavecchia non può nulla contro la dura realtà dei fatti. Comprendiamo che uscire sui giornali annunciando dei risultati per i pendolari serva in realtà a ingannare gli elettori non pendolari in modo da far vedere che dopo cinque anni di nulla Moscherini ha fatto qualcosa. Non si rendono conto lor signori che i civitavecchiesi non sono affatto stupidi anche se così vengono trattati dal Pincio e dalla Regione. Continuino pure questa campagna elettorale fatta di annunci farlocchi. Le bugie hanno le gambe corte, come corto è il tempo che rimane a questa amministrazione comunale di continuare a prendere in giro i cittadini”.
Immediata la replica del Capogruppo del Pdl Dimitri Vitali. “Il nuovo Vivalto – precisa il consigliere comunale – in queste ore sta viaggiando ancora con ritmi ridotti, come i protocolli richiedono. Dalla prossima settimana, effettuati tutti controlli di sicurezza, sarà a disposizione dei pendolari anche negli orari di punta. Si tratta di un convoglio aggiuntivo rispetto al materiale ora a disposizione della Fr5 e permetterà di avere meno disagi e riduzioni di composizione, che causano spesso sovraffollamento. Un plauso va al sindaco Moscherini e all’assessore Lollobrigida – conclude Dimitri Vitali – che finalmente, in collaborazione con Trenitalia, fanno arrivare novità concrete che permettono di sperare bene per il futuro. Le polemiche strumentali e a sproposito dimostrano l’incapacità di rispondere seriamente ai fatti concreti”.