Gruppo M5S: “Tedesco non abbia paura ad usare tutti i suoi poteri, se vuole veramente evitare la centrale a gas”

120

CIVITAVECCHIA – Dal Gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle riceviamo e pubblichiamo:

Abbiamo ascoltato le dichiarazioni dell’assessore Magliani sulla centrale a gas, da cui si evince la certezza da parte dell’amministrazione Tedesco di aver assolto al mandato unanime del Consiglio Comunale di opporsi alla centrale a gas. Anzi, da quanto dichiarato, sarebbero andati anche ‘oltre’ presentando due pareri, ambientale ed urbanistico, che in realtà più che l’oltre rappresentano il minimo da parte di chi dice di volersi opporre alla realizzazione della centrale.
Il parere dell’ufficio ambiente è stato redatto da un consulente esterno per la modica cifra di 9.000€ e leggendolo, a parte gli scarsi riferimenti agli studi epidemiologici sul nostro comprensorio, sembra di fatto un parere favorevole alla centrale a gas, condizionato all’accoglimento delle osservazioni. Il parere dell’urbanistica, sebbene quantomeno contrario, non appare supportato da adeguate motivazioni.
La maggioranza Tedesco lo scorso consiglio comunale ha rinviato la discussione della nostra mozione, in cui si chiedeva al sindaco di esprimere parere contrario alla realizzazione della centrale a gas avvalendosi del Testo unico delle leggi sanitarie, grazie al quale come autorità sanitaria sul territorio è noto che può imporre prescrizioni. Il sindaco, in consiglio comunale ha manifestato dei dubbi sulla reale possibilità di bloccare la realizzazione della centrale, il che mostra la scarsa convinzione dell’amministrazione comunale di fronte ad un progetto che ha solamente risvolti negativi per il nostro territorio. Mentre aspettiamo la convocazione della commissione che vorrebbe modificare la nostra mozione, facciamo presente all’amministrazione di avvocati che questi dubbi non li ebbe l’allora sindaco Moscherini, quando con il supporto dell’allora assessore all’ambiente Leonardo Roscioni, bloccò l’autorizzazione del IV gruppo di Torre Sud, avvalendosi proprio degli art.216-217 del regio decreto 1265 del 1934. Diciamo al sindaco di non avere timore che gli ‘ridano in faccia’ al Ministero e di non temere i ricorsi, ma si occupi invece con coraggio e determinazione di difendere con tutti i mezzi possibili la salute dei cittadini!”.

Gruppo consiliare M5S