Gestione della Ficoncella, i chiarimenti della Cooperativa Sant’Agostino

CIVITAVECCHIA – Dall’Avvocato Lorenzo Matera, per conto della Cooperativa Sant’Agostino, riceviamo e pubblichiamo:

“Egregio Direttore,
la prego di dare evidenza alla seguente precisazione circa la pubblicazione dell’articolo da parte della Codacons.
Il Codacons locale ha già da tempo intrapreso una serie di iniziative con esposti e denunce nei confronti della Cooperativa S. Agostino. Tali iniziative appaiono del tutto strumentali, le numerose denunce presentate nei confronti della Cooperativa ad oggi, non hanno portato ad alcun risultato concreto, con buona pace dell’Associazione.
Tuttavia, corre l’obbligo di fare alcune precisazioni in quanto non paiono condivisibili i toni e le parole utilizzate dal Codacons nel suo articolo.
Il fatto che non sia stato pubblicato ancora il bando per l’assegnazione del sito non può certo essere imputato alla società Cooperativa.
Sorvolando sulla maldestra teorizzazione della concorrenza, va detto che il tenore dell’intervento appare del tutto privo di pregio. Il riferimento alla ‘turbativa degli incanti’ oltre che inadeguato ed inopportuno appare ultroneo, considerando che il presupposto di tale tipo di reato è la pubblicazione del bando e non può esserci alcun reato, neanche tentato, prima di tale momento, circostanza questa che dovrebbe essere nota agli operatori del settore.
Quando ‘…all’indagine per rapina’ e ‘…alla brutale aggressione subita da un anziano disabile’ va anche qui detto cha la qualificazione giudica di un fatto?reato spetta al Pubblico Ministero e non certo al Codacons. Eventuali responsabilità di natura penale, laddove effettivamente accertate, sono esclusivamente di natura personale, com’è noto, e non riguardano di certo la Cooperativa S. Agostino né tanto meno i suoi dirigenti qualora ci fossero.
Ciò posto ritengo l’articolo pubblicato ed i toni utilizzati del tutto fuori luogo, pertanto tutelerò gli interessi della Cooperativa nelle sedi competenti.
Certo di aver precisato nei termini corretti la questione, rimango a disposizione per qualsiasi eventuale chiarimento, qualora ritenuto opportuno”.

Avv. Lorenzo Matera