Frascarelli si fa carico delle richieste di via Lepanto

480

CIVITAVECCHIA – “Stiamo assistendo all’ennesima e vergognosa beffa a danno dei cittadini da parte delle istituzioni”. E’ questo il primo commento da parte di Giancarlo Frascareli, ex capogruppo del Pdl e candidato al consiglio comunale di Forza Italia, in merito alle richieste inascoltate degli abitanti di via Lepanto. I residenti di via Lepanto 5, infatti, vivono in piena emergenza in quanto i propri tetti stanno crollando a causa delle infiltrazioni d’acqua piovana, la richiesta di installazione di una grondaia per di più non è stata ancora presa in considerazione.

“Questi cittadini – prosegue Frascarelli – anche alla luce del rapporto “rischio crollo” dei Vigili del Fuoco, lo scorso 24 marzo hanno protocollato, sia presso il Comune che all’Ater la richiesta d’intervento, ma ad oggi nessuno si è degnato di rispondere. Voglio pertanto rivolgermi a quello che è il vero ed unico responsabile di tutto ciò che avviene in città, ovvero il Commissario Ferdinando Santoriello che da mesi governa in questo Comune, ma che continua a non fornire risposte ai cittadini e alle loro problematiche. Non c’è acqua, molte zone della città sono in siccità completa, le strade sono dissestate e prive di manutenzione, senza contare che non è stata effettuata disinfestazione e per questo ci aspetta un’estate in cui saremo infestati da insetti e zanzare”.

“Questo signore – incalza ancora Giancarlo Frascarelli – che quotidianamente fa la spola fra Civitavecchia sud e palazzo del Pincio non intende far bene il suo mestiere. Santoriello, un “burocrate” che viene da fuori, sembra infatti diventato quasi un nemico della città, con i suoi divieti di utilizzo dell’aula Pucci in campagna elettorale, con l’innalzamento della aliquota Irpef alle stelle, con i servizi essenziali che funzionano sempre peggio e per cui, a nome di tutti i civitavecchiesi mi sento in dovere di ringraziarlo vivamente, intendendo rappresentargli che forse si è dimenticato, fra i suoi mille impegni, che in base alla legge detiene i poteri del sindaco, della giunta e del consiglio e che per questo è chiamato a dare risposte ai civitavecchiesi”.