Forza Italia: “Ecco la differenza con FdI: noi non siamo attaccati alle poltrone”

28

CIVITAVECCHIA – Da Forza Italia Civitavecchia riceviamo e pubblichiamo:

“S’avvicina San Remo ma la canzone resta sempre la stessa: qualcuno accende i suoi megafoni per cantare in play back contro Forza Italia, però ne esce solo il brano vincitore del festival delle banalità. Si attribuisce così al nostro partito “di Civitavecchia e Santa Marinella” (ohibò) il potere di nominare membri del Cda di Ater. Poi la verità viene fuori: Forza Italia è talmente lontana da certi meccanismi, che non ha neanche lontanamente affrontato il tema in Regione Lazio, cioè laddove si prendono tali decisioni.
Non stupisce troppo che le rozzi e malinformate illazioni provengano da ambienti vicini a chi, tanto per dirne una, ha occupato non solo ogni poltrona, ma ogni strapuntino di Civitavecchia Servizi Pubblici: dirigenti, sindacalisti, presidenti, revisori, consulenti e chi più ne ha più ne metta. Qualcuno potrebbe dire che volevano fare lo stesso con la Giunta? Chissà, comunque è andata come è andata: Fratelli d’Italia sappia tuttavia a ogni suo livello che i patti, quelli veri, dicevano altro da quello che raccontano alcuni suoi esponenti locali, con quella lamentazione infinita e polemiche di basso profilo che hanno nauseato gli elettori e che ancora continuano. Invece c’è chi, quando Forza Italia è rimasta con soli tre consiglieri, si è dimesso dall’incarico senza piangere, ringraziando tutti, compreso il Sindaco che è stato anzi invitato a parlare alla conferenza stampa di saluto, cioè il nostro Roberto D’Ottavio. Ecco questa è la sostanziale differenza fra FI e FDI, noi non siamo attaccati alla poltrona e al potere.
Perciò basta con queste accuse incredibili: membro Cda in Ater in quota Forza Italia a uno del PD? Ma ci facciano il piacere… E i posti da dirigente in Adsp sono anche quelli in quota partitica? Chiederemo a chi di dovere. Nel frattempo comunque cogliamo l’occasione di rallegrarci per un importante contributo (di soldi pubblici) arrivato nelle casse di un piccolo gruppo editoriale locale: con 936mila euro e passa di soldi dei contribuenti il sottosegretario con delega all’editoria, che ci risulta essere Martella, del PD, ha dato una mano a qualcuno… “di destra”! Meditate gente, meditate…”

Forza Italia Civitavecchia