Forno crematorio. “Le prescrizioni sono state rispettate e i fumi saranno controllati”

389

CIVITAVECCHIA – “Le prescrizioni ad oggi sono state rispettate”. Lo fa sapere l’Amministrazione comunale in risposta ai comitati Puntone de Rocchi, In nome del Popolo inquinato e Civitavecchia c’è che ieri avevano invitato il Sindaco Cozzolino a vigilare sulle prescrizioni ambientali del forno crematorio e a controllare le emissioni inquinanti.

“Per quanto riguarda il sistema di controllo in continuo delle emissioni in atmosfera – si legge in una nota di Palazzo del Pincio – la ditta ha formalmente comunicato in data 6 marzo di averlo installato secondo quanto previsto dalle prescrizioni contenute nell’autorizzazione. A seguito dell’avviamento dell’impianto l’amministrazione chiederà ad ARPA e Città Metropolitana di Roma Capitale di verificarne il corretto funzionamento. Lo studio sui terreni circostanti e sui vegetali finalizzato a rilevare la presenza di diossine, furani e mercurio, previsto nelle prescrizioni del Sindaco, è stato altresì formalmente inviato ad ARPA e ASL dalla ditta”.