“Finalmente si ridarà dignità alle vittime dei bombardamenti”

CIVITAVECCHIA – “Apprendiamo con entusiasmo quanto pubblicato sull’albo pretorio del Comune di Civitavecchia in merito all’accordo/intesa raggiunto tra il Comune di Civitavecchia e la Diocesi Civitavecchia-Tarquinia circa la concessione all’Amministrazione comunale dell’area antistante il Monumento alle Vittime dei Bombardamenti, situato in via Mazzini”.

Lo dichiara in una nota stampa il Comitato 14 Maggio, che pone l’attenzione sul passaggio più significativo della delibera: “La Diocesi metterà a disposizione del Comune l’area antistante il monumento ai caduti del 14 maggio 1943 perché possa essere liberata dalle auto, tornare nella disponibilità della cittadinanza e assurgere al ruolo di luogo di memoria e rispetto dei caduti stessi”.

“Il Comitato 14 Maggio – si legge nella nota – sin dalla sua fondazione, ha costantemente attirato l’attenzione circa lo stato di semiabbandono che periodicamente interessa l’area antistante la lastra commemorativa riportante i nomi delle vittime civili dei bombardamenti anglo-americani sulla città. A settembre dell’anno scorso il Comitato 14 Maggio chiedeva e sottolineava, con un apposito ordine del giorno in Consiglio Comunale, la necessità di restituire decoro, centralità e quindi dignità al Monumento alle Vittime dei Bombardamenti mediante il suo spostamento in piazza Santa Maria. La premessa della richiesta era che la collocazione attuale del monumento favorisce in una certa misura la sua marginalizzazione annullando la sua funzione di ricordare. L’Amministrazione locale, pur avendo respinto la proposta di spostamento, motivando che la collocazione sarebbe parte del significato stesso del Monumento, ha tuttavia riconosciuto, a maggior ragione alla luce del motivo invocato, la necessità di riqualificare l’aerea. Salutiamo pertanto l’accordo/intesa raggiunto tra il Comune di Civitavecchia e la Diocesi Civitavecchia-Tarquinia volto a restituire decoro e centralità al Monumento alle Vittime dei Bombardamenti”.

Il Comitato auspica che “si cominci presto con la riqualificazione dell’area, in un’ottica di lungo termine che restituisca alla cittadinanza uno spazio aggregativo eventualmente con qualche targa e foto riportanti alcune informazioni in più sulla tragedia dei bombardamenti. Auspichiamo un piano di pulizie periodico e sistematico dell’area, con potature degli alberi e cura del verde, a costo zero per le casse comunali, ad opera dei vivai locali come Serre Albani o Scarpati, mediante eventuale procedura di adozione delle zone verdi antistante il Monumento”.

Citando la delibera ricorda che “il 14 maggio del 1943 la città di Civitavecchia subì il primo e più rovinoso bombardamento della sua storia moderna ad opera degli Alleati” durante il quale persero la vita centinaia di concittadini mentre oltre l’80% del patrimonio culturale ed architettonico della città andò perso. Cogliamo l’occasione, pertanto, di invitare la cittadinanza alla cerimonia ufficiale di commemorazione in programma nella mattinata del prossimo 14 maggio presso il Monumento alle Vittime del 1° Bombardamento anglo-americano su Civitavecchia”.