Fiadel: “Urgono mascherine e protezioni per i lavoratori CSP”

196

CIVITAVECCHIA – Il sindacato Fiadel denuncia l’annosa carenza di mascherine e di tutti i DPI (come guanti e gel disinfettante) di cui il personale di Civitavecchia Servizi Pubblici dovrebbe essere munito.

“Moltissimi operatori stanno svolgendo l’attività sul territorio dotati di mascherine proprie, sovente ‘fatte in casa’ e realizzate ‘alla buona’, e sono costretti ad affrontare i propri turni senza essere provvisti dei dispositivi di sicurezza previsti dal Decreto” si legge in una nota del sindacato a firma del responsabile e del coordinatore territoriali Mirko Giannino e Giacomo Meschini, che chiedono pertanto al Sindaco Ernesto Tedesco ed alla Protezione Civile di Civitavecchia “di adoperarsi, quanto prima, per consegnare alla Società CSP i prescritti D.P.I. cosicché possano essere messi a disposizione ai lavoratori impegnati sul campo nel più breve tempo possibile”.

Ai lavoratori – proseguono Giannino e Meschini – va tutta la nostra vicinanza perché in questo momento difficile per la Città non hanno mai fatto mancare il proprio apporto, lavorando ogni giorno per il bene della collettività. E’ quindi fondamentale che lo possano fare in piena sicurezza e senza dover mettere a repentaglio la propria salute e quella dei propri cari. Infine è doveroso per la scrivente O.S. riconoscere l’impegno profuso dal Sindaco di Civitavecchia Avv. Ernesto Tedesco e dalla Giunta tutta per fronteggiare questa emergenza”.