Fiadel: “Contrari a qualunque privatizzazione dei servizi pubblici locali”

280

CIVITAVECCHIA – “Negli ultimi giorni si fanno sempre più consistenti le voci (e non solo) del piano dell’amministrazione, di privatizzazione dei servizi cimiteriali e di una parte del verde pubblico così mentre da una parte durante l’incontro con le parti sociali la delegazione trattante di parte pubblica dava rassicurazioni sulla volontà dell’Amministrazione Comunale di continuare a gestire in house i servizi pubblici locali, dall’altra invece qualcuno lavora per privatizzare. Noi di F.I.A.D.E.L. da sempre contrari alla soluzione di una Multiservizi unica imposta dalla Giunta a guida M5S ci opponiamo ad una privatizzazione totale dei servizi e non permetteremo che questo scempio venga portato a termine”. Lo dichiara il responsabile territoriale della FIADEL Mirko Giannino, secondo cui ci sono altre alternative da valutare con i lavoratori e le parti sociali, oltre che con la Giunta Tedesco.

“Fin da subito – prosegue Giannino – avevamo chiesto a questa nuova amministrazione delle garanzie affinché tutto restasse così come è, eravamo e siamo favorevoli a portare avanti con la società un percorso di riorganizzazione e ottimizzazione per far sì che C.S.P. S.r.l. tornasse sana e competitiva, eravamo e siamo pronti anche ad accettare dei sacrifici di esuberi e ricollocazione per fa si che i bilanci tornassero in pareggio e che il servizio non perdesse di qualità, eravamo pronti ai maggiori disagi e carichi di lavoro che gli operativi avrebbero dovuto sostenere per fa si che si evitasse l’ennesimo fallimento di una azienda municipalizzata con tutte le conseguenze del caso per i lavoratori, i cittadini e le aziende fornitrici . Siamo invece contrari a questa riorganizzazione che sta avvenendo anche nel servizio di igiene urbana serva poi per far sì, che si riducano i costi solo per rendere appetibile il ramo d’azienda per poi cederlo in appalto”.

“A questo punto – conclude – non ci stiamo più e chiediamo immediatamente un incontro con il sindaco Ernesto Tedesco per affrontare il problema è chiedere le dimissioni di chiunque paventi ipotesi di privatizzazione, ci avete avuto disponibili al confronti, ma ci troverete pronti allo lotta”.