FdI: “Vogliamo tutta la verità su CSP”

0
173

CIVITAVECCHIA – Dal circolo “Giorgio Almirante” di Fratelli d’Italia Civitavecchia riceviamo e pubblichiamo:

L’emergenza sanitaria sta, in parte anche comprensibilmente, oscurando le verità che stanno venendo fuori sugli ultimi cinque anni di amministrazione pentastellata, o meglio di malamministrazione a 5 stelle.
Qualche giorno fa, la notizia dei due milioni di danno al Comune segnalato dalla GdF alla Corte dei Conti. Due milioni di euro !!! In altri tempi, avrebbe fatto vergognare il partito che ne è responsabile per mesi e mesi. Oggi è tutto ovattato. Ma sia chiaro, appena passata la emergenza, occorrerà approfondire e ricercare le responsabilità di cotanto disastro.
Al di là delle responsabilità individuali, che verranno accertate dalla Magistratura, a livello politico sia chiaro che la responsabilità non può che essere addebitata a chi ha mal governato negli ultimi cinque anni e che adesso non può fuggire alle proprie responsabilità, sfruttando la cortina fumogena dell’emergenza.
La situazione delle società comunali è la più drammatica e dà la misura del disastro amministrativo della precedente amministrazione.
Del danno da due milioni di euro, contestato dalla Procura contabile, si è detto. Ma questo rischia di essere forse solo la punta dell’iceberg.
La situazione della CSP è letteralmente drammatica. La perdita di esercizio del 2019, denunciata dal precedente Cda, per un importo di un milione scarso di euro, rischia di essere un falso clamoroso.
Il nuovo Cda si è messo da subito all’opera e purtroppo quelli che erano ed i timori, si stanno confermando come dura verità.
I debiti della società superano, infatti, i 2 milioni di euro solo per il 2019 (tutta gestione a 5 stelle) e si sono già proiettati in maniera pesante sul 2020, il cui bilancio è già compromesso dalle scelte scellerate del gruppo di scellerati che ci ha amministrato fino allo scorso giugno.
Questo i cittadini lo devono sapere.
Allo stesso modo, i cittadini devono sapere che, con grande coraggio ed abnegazione, il nuovo Cda sta lavorando in silenzio nel tentativo di sanare, in poche settimane, i danni colossali arrecati alla azienda cittadina dalla precedente amministrazione.
Al Presidente, Antonio Carbone va quindi l’augurio di buon lavoro di FdI, consapevoli che egli stia affrontando una situazione drammatica, causata dai suoi predecessori.
Riequilibrare una situazione che presenta un deficit di oltre due milioni non sarà facile e scontato. Tacciano comunque i responsabili di questo disastro e lascino lavorare Carbone.
Le prime decisioni assunte appaiono assolutamente condivisibili e soprattutto ci sentiamo di ringraziare Carbone perché in poche settimane ha fatto un lavoro enormemente più significativo del precedente Cda, percependo poco più di 30mila euro in luogo degli oltre 250mila che percepiva il precedente Cda, oltre allo stuolo di inutili consulenti, rimborsi spese, ecc.
Mai più questa Città dovrà conoscere la vergogna di gente improvvisata che ha usato i cittadini di Civitavecchia come un bancomat.
Sia chiaro che Fratelli d’Italia è e sarà sempre in prima linea per un risanamento e rilancio della partecipata del Comune di Civitavecchia, che dovrà rimanere saldamente in mano pubblica, per potenziare e migliorare i servizi a beneficio di tutti i cittadini, difendendo gli attuali livelli occupazionali e, possibilmente, nel prossimo futuro, creando ulteriori opportunità di lavoro per i disoccupati di Civitavecchia. Dopo questa drammatica crisi da Covid19, infatti, siamo ancora più convinti che la missione sociale delle società pubbliche sarà ancora più essenziale e cruciale per i territori nei quali operano”.

Circolo “Giorgio Almirante” Fratelli d’Italia Civitavecchia

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY