“Discobus, la ciliegina sulla torta che non c’è”

Valentina Di GennaroCIVITAVECCHIA – “Il servizio del trasporto cittadino, così come ogni servizio pubblico, dovrebbe essere il più possibile rispondente alle esigenza dei cittadini che ne usufruiscono. Ecco perché siamo convinti che il servizio discobus sia la ciliegina su una torta che non c’è”. Così la segretaria cittadina del Prc, Valentina Di Gennaro, risponde indirettamente alla coordinatrice provinciale della Giovine Italia Emanuela Mari sulla questione “discobus”.
“Dovrebbe essere un servizio di trasporto che colleghi veramente tutte le zone della città – afferma la Di Gennaro – creando una vera e propria rete capillare, capace di essere una valida alternativa all’auto privata. E da questo punto di vista l’Etm è ancora decisamente manchevole. L’iniziativa del discobus, quindi, ci parrebbe lodevole se fosse un servizio del quale i ragazzi possano usufruire scegliendo, per esempio, quale locale raggiungere, non veicolandoli, magari, solo su alcuni o proprio su uno solo. Certo, ne cogliamo l’intuizione tesa ad arginare un fenomeno tragico come le morti del sabato sera, ma non vorremmo che da servizio meritevole diventi qualche altra cosa, come, ad esempio,  un qualcosa riservato a pochi.  Non siamo, come qualcuno ci dipinge, quel partito di vetero-nostalgici sempre pronto a dire no”.
“Insomma – conclude la Segretaria del Prc – ci piacerebbe un servizio di trasporti quotidiano, pubblico, capillare, efficiente, di giorno come di notte, per qualsiasi cittadino della nostra città,  sia giovane o meno giovane”.