Di Majo: “Authority presente per garantire il corretto svolgimento delle operazioni portuali”

139
????????????????????????????????????

CIVITAVECCHIA – Dopo le critiche della Lega e del Sindaco Tedesco, arriva la Risposta dell’Autorità di Sistema Portuale rispetto ai fatti accaduti ieri notte al porto di Civitavecchia per l’imbarco dei passeggeri delle Autostrade del Mare diretti a Barcellona.

“Nel caso specifico verificatosi ieri notte, l’AdSP era ben rappresentata dai suoi Dirigenti e funzionari per garantire, in base alla proprie competenze, il corretto svolgimento delle operazioni portuali al fine di evitare pericoli ed incidenti che potessero arrecare danni agli operatori e all’utenza – dichiara il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, Francesco Maria di Majo – Le contestazioni rivolte ai vertici dell’ente non trovano, quindi, fondamento alcuno e, in un momento di estrema emergenza come quello che stiamo vivendo, faccio appello al cluster portuale e alle istituzioni locali affinché si mettano da parte inutili ma deleterie polemiche che rischiano di arrecare pregiudizio alla funzionalità dell’intero porto. Almeno in questi momenti diamo, tutti, un segnale di unità mettendo da parte qualsiasi ulteriore contestazione nei confronti di chi, e parlo di tutto il personale dell’AdSP, sta lavorando con ancor maggior dedizione e attenzione, perchè si possano, per quanto possibile, contenere le conseguenze e gli effetti di questo virus che sta mettendo a dura prova l’intero cluster portuale. Faccio appello in modo particolare all’amministrazione comunale perché si possa collaborare, nel rispetto delle reciproche competenze, per fronteggiare questa emergenza”.

“E’ fondamentale che questa AdSP, in raccordo con l’USMAF, l’ASL, l’Autorità Marittima, la Polizia di Frontiera, le Dogane, la GdF e tutte le altre istituzioni presenti nell’ambito portuale, possa esercitare con serenità e concentrazione le competenze che le sono attribuite. Già da questa mattina sono state attivate ulteriori precauzioni presso il terminal delle Autostrade del Mare al quale possono accedere solo quindici persone per volta dall’ingresso principale controllato dalla PAS e sono state posizionate strisce ad alta visibilità distanziate di un metro e mezzo una dall’altra, in corrispondenza di ciascuna biglietteria. Ieri sera, inoltre, negli uffici dell’AdSP, sono stati eseguiti gli interventi di sanificazione che, questa sera, proseguiranno anche presso le Autostrade del Mare, le postazioni della Port Authority Security e dei varchi di accesso al porto”, conclude di Majo.

Resta da capire allora, se come afferma Di Majo’ l“‘AdSP era ben rappresentata dai suoi Dirigenti e funzionari per garantire, in base alla proprie competenze, il corretto svolgimento delle operazioni portuali”, sia stato possibile il verificarsi di quell’assurda e pericolosa calca all’imbarco. Qualcosa non torna.