De Paolis: “Allarme zanzare al S. Paolo”

ospedaleCIVITAVECCHIA – Allarme zanzare all’Ospedale S. Paolo. Lo lancia il Capogruppo del Pdl Sandro De Paolis , che invita l’Amministrazione a prendere provvedimenti non senza evitare polemiche.
“L’ Amministrazione Tidei – afferma infatti De Paolis – si sta certamente distinguendo per una particolare sensibilità per molti problemi cittadini. Penso all’attenzione nei confronti degli animali, con il tempestivo intervento in favore del canile di via Braccianese Claudia, all’annunciata estate di divertimenti con presenze di star internazionali, all’ adozione delle aiuole, insomma una serie di interventi urgenti che certamente hanno lo scopo di migliorare la qualità della vita di molti cittadini. Tuttavia sembra che l’Amministrazione Tidei abbia dimenticato una fascia della popolazione che purtroppo si trova in situazioni di disagio per vari motivi. Mi riferisco ai degenti dell’Ospedale cittadino, che certamente, oltre a soffrire per le condizioni che li hanno portati al ricovero e per il caldo, si trovano ad essere aggrediti dalle numerose zanzare che invadono la struttura. Si tratta di una vera e propria infestazione dovuta senza dubbio anche alla presenza di un terreno incolto in prossimità dell’Ospedale che sicuramente è ricettacolo di molti insetti e quindi anche della famigerate zanzare”.
De Paolis chiede quindi all’Amministrazione “di intervenire prontamente per risolvere questo problema invitando anche la proprietà a procedere ad una disinfestazione dell’area e, in caso di mancata ottemperanza, di provvedere ad emanare un’ordinanza per risolvere quella che oramai sta assumendo la dimensione di una vera e propria emergenza”.
Immediata e piccata la replica dell’Assessore all’Ambiente Roberta Galletta: “Le zanzare all’Ospedale S.Polo derivano dalla mancata pulizia del fosso di una delle aree private limitrofe – la sua risposta – Ho formalmente investito i proprietari il giorno dopo la mia elezione e il problema mi è ben noto prestando ogni giorno servizio proprio all’ospedale. Se il proprietario non provvederà al più presto, sarà il Comune nel prossimi giorni a mandare le ruspe abbattendo il canneto e disinfestando la zona con procedura d’urgenza e in danno”. L’assessore ricorda poi un lungo elenco delle emergenze ambientali ereditate: “discarica e relative perdite di percolato, isola ecologica non a norma, Pirgo, tanto per sottolinearne qualcuna. Zanzare comprese, quindi, per le quali la situazione è uguale a quella dello scorso anno su cui la Giunta Moscherini allora sorvolò allegramente”.