“D’Antò faccia nomi e cognomi altrimenti è un pessimo umorista”

559

CIVITAVECCHIA – Sarebbe lodevole se la politica comunale di oggi, rappresentata dall’illustre assessore D’Antò, imparasse a fare nomi e cognomi. In questo post pieno di allusioni e illazioni diffamatorie per tutti gli amministratori che hanno governato Civitavecchia prima del 2014, il sottoscritto non citato esplicitamente viene descritto in maniera sarcastica da chi, carte alla mano, in 4 anni e mezzo di attività politica ha dato un notevole impulso al settore commerciale grazie ai suoi formidabili mercatini. Bene. Tutto ciò mentre chi scrive, nel frattempo, ha ascoltato la viva voce dei cittadini, raccogliendo terribili testimonianze contro l’amministrazione grillina, gravi ed assurde tanto da far accapponare la pelle. Quando non si hanno argomenti da trattare si ricorre all’insulto ed alle becere illazioni, che i giustizialisti pentastellati amano sopra ogni cosa. Ma IO sono qua: da oltre 4 anni chiedo confronti pubblici con qualsiasi membro di questa giunta ma mai sono stato accontentato. Perché? Mi risponda Lei, ass.re D’Antò, che è così bravo ad accusare furbescamente chi le sta indigesto perché evidenzia la compassionevole realtà nella quale ci avete calato. Dica ai suoi colleghi di partito di scendere dal piedistallo e di confrontarsi con chi da 20 anni vive tra la gente realmente. Lo faccia, almeno Lei. Così i bicchierini che mi vede usare per dimostrare la vostra incapacità amministrativa saranno riempiti da buona birra (sic!) con la quale brinderemo presto alla vostra uscita di scena.

Giancarlo FrascarelliVice Coordinatore Forza Italia