Dal Comitato Sole due proposte alle istituzioni del territorio per bloccare l’inceneritore

0
146

CIVITAVECCHIA – Nella serata di ieri, 11 novembre, si è svolto presso la sala del coworking Think Tank,l’annunciato incontro fra il comitato S.O.L.E. e i rappresentanti istituzionali del territorio, ovvero i sindaci di Tarquinia, Civitavecchia ed Allumiere e i consiglieri regionali eletti nel territorio. Degli invitati sono intervenuti il Sindaco di Civitavecchia Ernesto Tedesco, il Vicesindaco di Tarquinia Luigi Serafini ed i consiglieri regionali Silvia Blasi e Devid Porrello. I consiglieri Gino De Paolis, Marietta Tidei e Emiliano Minnucci, impegnati a Roma nel pomeriggio per altre attività regionali, pur dando la loro disponibilità, sono stati impossibilitati ad intervenire.

L’argomento in discussione era il procedimento amministrativo che riguarda la costruzione dell’inceneritore di rifiuti della Soc. A2A, nel territorio tarquiniese, assolutamente prossimo a Civitavecchia in quanto a soli 5 Km, in linea d’aria, dal centro cittadino. Il procedimento di valutazione è attualmente nella fase di consultazione del pubblico. Terminato tale periodo, presumibilmente il prossimo gennaio, sarà avviata la Conferenza dei Servizi che potrebbe, nel caso non fossero presenti pareri sfavorevoli, rilasciare l’autorizzazione unica per la costruzione dell’impianto. Nel corso dell’incontro si sono valutati i percorsi possibili per contrastare questa infausta ipotesi, e si sono concordate due iniziative proposte dal Comitato.

La prima prevede che i consiglieri regionali si facciano da tramite per organizzare, alla loro presenza, un incontro con l’Assessore Regionale competente, Valeriani, la dirigenza amministrativa responsabile della procedura, i sindaci del territorio ed il Comitato S.O.L.E. al fine di valutare i provvedimenti utili a garantire un esito negativo del procedimento e per manifestare, in modo evidentemente forte ed unitario, le volontà politiche e popolari del territorio. Per questa iniziativa gli intervenuti hanno sottoscritto un documento di impegno e condivisione proposto dal Comitato.

Per la seconda attività, tutti i convenuti si sono dichiarati disponibili a guidare ed organizzare i cittadini che vorranno partecipare, al Consiglio Regionale che il 20 novembre si svolgerà alla Pisana sul tema dei rifiuti.

“Lo scopo – spiegano dal Comitato Sole – è proporre una forte presenza di cittadini indignati per il pericolo che ci si prospetta, cittadini guidati dalla rappresentanza politica, una cucitura fra popolazione e rappresentanti che riteniamo particolarmente importante in questi tempi di scollatura sociale. Contiamo che questi impegni presi si tramutino in concreta attività, nella consapevolezza che le dichiarazioni dell’assessore Valeriani: ‘il termovalorizzatore non si può fare’ sono al momento solo dichiarazioni ma non atti amministrativi e nella certezza che la costruzione di questo megainceneritore, gemello di quello in funzione a Brescia e che vanta il primato italiano di mortalità oncologica, sia l’ennesima bastonata per un territorio senza futuro perché condannato ad altri lunghi anni di servitù energetica e criticità sanitaria. Ci aspettiamo ora che i consiglieri regionali, che pur invitati non sono o non hanno potuto essere presenti: Gino De Paolis, Marietta Tidei, Emiliano Minnucci, Enrico Panunzi ed il sindaco di Allumiere Antonio Pasquini, aderiscano comunque all’iniziativa apponendo la loro firma sul documento quale impegno e segno di unità politica su questo tema, e si facciano parte attiva per l’organizzazione dell’incontro con l’Assessore Valeriani. Di questo daremo conto in tempi brevi”.

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY