Csp, l’assessore Barbieri: “Le normative anti-Covid sono un cambiamento sostanziale del quadro”

12

CIVITAVECCHIA – “Il parere depositato dal Sindaco Tedesco nel corso dell’assemblea che si è svolta in settimana rappresenta un ulteriore strumento in mano all’amministrazione comunale per consentire quel rilancio della società e dei servizi che eroga che tutti auspicano”. Così l’Assessore alle Partecipate, Daniele Barbieri.

“Il contenuto del parere riporta infatti un intervento normativo che consente non strade alternative come riporta l’ex Assessore Grasso, ma idonee soluzioni ai problemi che l’emergenza Covid ha generato in tutte le società ed in maniera particolare nelle società municipalizzate – prosegue Barbieri – Durante l’assemblea il Socio unico ha dato mandato al cda per la fissazione dell’assemblea straordinaria entro la data del 29 gennaio, così come rappresentato nel comunicato del Sindaco, ampiamente esaustivo, al fine di trovare la soluzione migliore per la piena prosecuzione del corretto esercizio delle attività che Civitavecchia servizi pubblici porta avanti come società in house dell’Amministrazione comunale. Un maggiore efficientamento dei servizi erogati alla cittadinanza e la piena salvaguardia occupazionale restano la stella polare dell’azione amministrativa, il cui ventaglio di opportunità viene arricchito dalla possibilità di esercitare quanto previsto dal decreto legge 23 dell’8 aprile scorso: se ciò non è stato pienamente colto nel recente intervento dell’ex Assessore Grasso, è forse perché chi gli ha riportato l’esito dell’Assemblea lo ha fatto in maniera parziale e capziosa. In proposito, appare incredibile quel riferimento a ciò che è stato verbalizzato: come fa lui a sapere cosa è stato o non è stato verbalizzato? Non ci risulta fosse presente ed è quindi questa una circostanza tutta da chiarire. Fermo restando che, proprio per la storia a volte dolorosa delle società municipalizzate a Civitavecchia, ciò che serve è voglia di lavorare e non di fare polemica”.