CSP, i sindacati bacchettano Grasso e avvertono: “Non si inasprisca la vertenza”

197

CIVITAVECCHIA – Sindacati polemici con il Vice Sindaco Massimiliano Grasso sul futuro ci CSP, che continua ad insaprire sempre più il confronto politico.

“Apprendiamo che il Vicesindaco di Civitavecchia ha dichiarato che i servizi che CSP attualmente svolge per conto del Comune di Civitavecchia restaranno in capo alla Società con dei correttivi che non ci è dato sapere – affermano in una nota congiunta CGIL, CISL e UIL confederali – Premesso che queste modalità di comunicazione a mezzo stampa senza il coinvolgimento delle Confederazioni e delle Categorie ai tavoli dedicati, la dicono lunga sul rapporto che questa amministrazione intende intrattenere con le parti sociali, non possiamo non esternare la nostra preoccupazione per le ripetute dichiarazioni a mezzo stampa, da parte di esponenti della maggioranza, sulle inefficienze del CdA di CSP: un grave errore, in un momento cosi delicato per al partecipata che ha bisogno del sostegno di tutta l’amministrazione per delineare un piano industriale per i prossimi anni che assicuri servizi di qualità ai cittadini di Civitavecchia e garantisca i livelli occupazionali dei dipendenti che in molti casi monoreddito sono l’unico sostengno per le loro famiglie”.

“Cgil Cisl Uil – prosegue la nota – unitamente alle Federazioni di Categoria non accetteranno soluzioni diverse da quelle già rappresentate alla Amministrazione Comunale e alla CSP ossia il mantenimento del carattere pubblico della società e la salvaguardia dei livelli occupazionali attraverso un piano industriale credibile sul quale siamo pronti da subito a metterci in gioco. Per questo, ieri abbiamo reiterato una richiesta di incontro urgente al Sindaco affinché si faccia definitivamente chiarezza sulle intenzioni e sulle direzioni da prendere per lavoratori e servizi e si eviti un inasprimento della vertenza”.