Covid-19. L’Università agraria stanzia 50.000 euro per l’ospedale San Paolo

0
543

CIVITAVECCHIA – “Oggi è un grande giorno. L’Università Agraria che ho l’onore di presiedere ha deciso di impegnarsi in maniera importante in questa guerra che stiamo tutti combattendo contro una malattia insidiosa e di farlo in maniera imponente. Per questo abbiamo stanziato oltre 50.000 euro e abbiamo messo a disposizione dell’Ospedale San Paolo di Civitavecchia quattro macchine per la ventilazione polmonare, lo strumento più necessario per contrastare l’epidemia ed assicurare la sopravvivenza ai nostri concittadini”. A dichiararlo è Daniele De Paolis, Presidente dell’Università Agraria di Civitavecchia.

La situazione di grave emergenza che tutto il Pianeta sta vivendo a causa della diffusione delle malattie generate dal Coronavirus vede scendere in campo anche l’Università Agraria. Il Comitato Esecutivo presieduto da Daniele De Paolis e costituito anche dal vicepresidente Renzo Crisostomi e dall’assessore Damiria Delmirani e ha deliberato di agire con decisione per dare un contributo alla Comunità civitavecchiese.

L’Università Agraria ha ben chiaro che uno dei suoi scopi è quello di disporre delle risorse a favore della collettività per scopi sociali e che la situazione di emergenza determinata dalla diffusione del COVID-19 impone una attenta valutazione delle necessità collettive ed un orientamento della destinazione delle proprie risorse agli scopi urgenti ed indifferibili.

Come Presidente – continua De Paolis – in relazione a tale situazione di emergenza, all’espandersi dell’epidemia ed alla verificata e conclamata carenza, nelle strutture sanitarie locali e nazionali, di apparecchiature e dispositivi sanitari salvavita, ho preso contatti con la locale ASL RM4 per procedere ad un contributo mirato e la Direzione Generale della ASL ha dato conferma della urgente necessità di ventilatori polmonari. Quindi proprio per accelerare al massimo la fornitura di tali apparecchiature che risultano assolutamente insufficienti e, allo stato, le uniche in grado di sostenere la vitalità dei pazienti gravi, ho chiesto al Dirigente Medico della ASLRM4 indicazioni per l’acquisto ed all’esito di questo scambio è stata individuata l’azienda VitalAir Italia S.p.a. di Fiano Romano e, contattata immediatamente per la disponibilità, ne è stato richiesto preventivo di spesa con l’impegno di fornitura in giorni cinque lavorativi. La Società ha fornito preventivo con impegno di fornitura nei tempi stabiliti, per € 52.084,24 comprensivo di Iva. Quindi sono stati sentiti i consiglieri di maggioranza che all’unanimità, hanno espresso con ferma ed entusiasta volontà, il pieno consenso alla mia proposta ed hanno sollecitato tutto il Comitato Esecutivo a provvedere alla deliberazione di tutto risultasse utile e funzionale a rendere esecutiva la proposta nel minor tempo possibile”.

“In questo modo – dichiara ancora il presidente Daniele De Paolis – l’Università Agraria di Civitavecchia ha voluto dimostrare che tutte le chiacchiere sollevate rispetto all’attuale gestione sono inutili e strumentali. La tutela dei beni della collettività va ben oltre la sterile polemica sugli usi civici e si esplica in una sorveglianza ambientale continua e nella gestione parsimoniosa ed oculata del patrimonio dei beni collettivi civitavecchiesi i cui frutti devono essere messi a disposizione dei cittadini tutti, anche quelli che non sono soci dell’Università. La tutela della salute è uno dei campi nei quali l’Università che rappresento intende giocare un ruolo sussidiario ma presente rispetto agli Enti a questo deputati, facendo la sua parte e rendendo disponibili tempestivamente le risorse che alla collettività occorrono. Lo spirito di servizio che in questo periodo amministrativo lega gli eletti con i dipendenti ed i collaboratori è rivolto tutto verso il bene comune. Quello che è stato fatto con questa delibera è parte di quello che sarà fatto prossimamente e si potrà fare ancora dopo anche grazie all’azione di miglioramento che questo Consiglio ha apportato nella contrazione delle spese, nella gestione patrimoniale e nella migliore razionalizzazione degli impieghi delle risorse e per il quale si sta lavorando da tempo. Quanto riusciamo a recuperare viene reinvestito per il miglioramento della vita della cittadinanza civitavecchiese sia attraverso le migliorie eseguite sul patrimonio che per mezzo di azioni di sostegno, benefiche come quella appena deliberata”

“Vorrei ringraziare la mia squadra per la sua grandissima sensibilità – conclude De Paolis – qualità umana già conclamata nel tempo ed ora ribadita con forza. Tra questi i miei stretti collaboratori il vicepresidente Renzo Crisistomi e l’assessore Damiria Delmirani ma non posso assolutamente dimenticare i consiglieri della maggioranza Agostino Camilletti, Franco Luciani e Giuseppe Mazza che con grande entusiasmo hanno aderito senza indugio a questo percorso. In un momento di grande dramma abbiamo scelto di essere vicini alla popolazione. Speriamo con questo gesto di riuscire a dare una mano concreta a chi si sta occupando in prima persona di dare sollievo a chi è malato. Abbiamo privilegiato, come nostro costume, i fatti e non le parole. Sempre nel rispetto degli equilibri di bilancio e nel rispetto delle norme in vigore vogliamo poter intervenire ancora più concretamente nella vita dei cittadini dando un supporto costante in momenti di grande apprensione e sconforto. Colgo l’occasione per lanciare un appello a tutti gli Enti e le grandi Aziende che insistono su questo territorio, lasciando da parte inutili individualismi e stucchevoli contraddittori, ad incentivare iniziative sotto qualsiasi forma, purché tempestive e concrete, tenendo conto che questa patologia, il virus, non conosce tempo. Chi può si dia da fare per mettere a disposizione le proprie risorse per tutti i cittadini, chi può si deve sentir chiamato a collaborare tutti insieme per cercare di risolvere questo dramma che segnerà l’umanità intera”.

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY