Coronavirus, Tedesco chiama a Civitavecchia il Commissario nazionale Borrelli

CIVITAVECCHIA – Si è svolta questa mattina al Forte Michelangelo la prima riunione del Comitato operativo, costituito dopo l’unità di crisi convocata lunedì scorso, e convocato dal Sindaco di Civitavecchia, Ernesto Tedesco. Vi hanno partecipato le autorità marittime, sanitarie, le forze dell’ordine e il Coordinatore di Protezione civile Valentino Arillo.

Durante l’incontro sono state approfondite tematiche di natura operativa e tecnica circa le misure da adottare nell’eventualità di nuovi casi sospetti da coronavirus sul territorio e specificatamente nel porto. Il sindaco Tedesco ha nell’occasione informato tutti i presenti di aver avuto un colloquio telefonico con il dottor Angelo Borrelli, Capo della Protezione civile e Commissario nazionale per l’Emergenza da coronavirus: “Ho prospettato al commissario Borrelli l’importanza di una sua eventuale visita in città, ricevendo la sua disponibilità, durante la quale potrebbe avere una idea del sistema che abbiamo messo in campo a Civitavecchia e che è divenuto un modello da seguire, al livello nazionale, per la risposta data alle sollecitazioni dei giorni scorsi. La riunione del Comitato operativo è stata per me l’occasione per ribadire che il Sindaco in base alla legge è il responsabile delle comunicazioni in caso di emergenza, così come è il massimo responsabile della salute pubblica. Di qui la necessità di essere informato tempestivamente sui potenziali casi sospetti e l’importanza che vengano stabiliti ruoli e procedure ben definiti, cosa che chiaramente esigo in quanto prescritto dalla legge e per garantire una comunicazione capillare e corretta a tutti i membri del Comitato operativo. Non è il caso di allarmarsi, ma il territorio deve essere pronto davanti ad una emergenza sanitaria nazionale che, lo ricordo, è stata proclamata dal governo per i prossimi sei mesi”.