“Confrontiamoci con onestà su chi ha fatto cosa”

CIVITAVECCHIA – Le defenestrata giunta Polverini di cui parla il Sindaco Tidei è la stessa che ha promosso la campagna “me lo merito” per l’agevolazione dei costi per l’uso dei mezzi pubblici pensata a sostegno dei giovani e del merito.
La stessa campagna con cui si fa pubblicità sulla stampa il delegato per le politiche giovanili del Comune di Civitavecchia, Stefano Giannini. Evidentemente non ci sono altre cose valide fatte dal delegato se finisce per appropriarsi di progetti dell’assessorato alla Mobilità della Regione Lazio.
La vecchia giunta Marrazzo che vedeva l’attuale vice-sindaco Enrico Luciani presidente della Commissione Mobilità e contestualmente Ciani assessore ai Trasporti (poi passato alla Presidenza dell’Autorità Portuale, si dirà, per le sue capacità tecniche e non per meriti politici?!?), cosa può dire di aver fatto? Cosa ha fatto per i nostri pendolari? Per il porto? Per la trasversale? Per l’autostrada Civitavecchia-Rosignano? Per la ferrovia Civitavecchia-Orte?
Mettiamo a confronto – con trasparenza ed onestà – quanto di concreto è stato fatto nei 2 anni e mezzo di giunta Polverini con quanto fatto nei 5 anni di giunta Marrazzo, quando come sappiamo i fondi a disposizione degli enti locali non erano certo “risicati” come oggi.
Solo alcuni flash: i lavori della trasversale Civitavecchia-Viterbo proseguono anche dopo l’apertura del tratto che consente di by-passare Vetralla e i suoi tornanti; i cantieri dell’autostrada per Livorno sono partiti da Civitavecchia e non da Rosignano come voleva la giunta di sinistra al governo in Toscana; i pendolari hanno visto l’inserimento di nuovi treni da Ladispoli e la velocizzazione di un treno la mattina da Civitavecchia come chiedevano da anni, nonostante la firma con Trenitalia di un Contratto di Servizio capestro da parte dell’ex-assessore ai trasporti Dalia; con Ciani all’Autorità Portuale il nostro porto ha visto l’inizio del declino interrotto solo grazie al tempestivo intervento dell’attuale Presidente Pasqualino Monti che è riuscito ad offrire garanzie di occupazione e a far diventare il porto elemento integrante della città nella sua parte vecchia anche grazie all’abbattimento dei sili del grano; per la ferrovia Civitavecchia-Orte si è svolta la conferenza dei servizi sul progetto preliminare.
Questo certamente non basta, molto ancora deve essere fatto, ma in un quadro di carenza di fondi e di crisi generale è stato fatto molto di più del nulla assoluto di 5 anni di giunta Marrazzo quando autorevoli esponenti di Civitavecchia ricoprivano ruoli di primo piano. Non solo Luciani Presidente della Commissione Mobilità, ma anche la futura parlamentare, figlia dell’attuale Sindaco, Marietta Tidei era vice capo di Gabinetto del Consiglio Regionale alla modica cifra di 160 mila euro lordi l’anno. Come si dice: l’acqua va al mare.

Attilio Bassetti – Presidente del Circolo “Capitani coraggiosi”