La Conferenza dei capigruppo va deserta, l’opposizione insorge

comuneCIVITAVECCHIA – Maggioranza del fare? Mica tanto… ne è convinta sempre più l’opposizione consiliare dopo che la conferenza dei capigruppo convocata da una settimana per questa mattina è andata deserta per l’assenza dei rappresentanti del Pdl, del Gruppo Misto, del Polo civico e della Lista Moscherini, come denunciano i consiglieri di minoranza Marco Piendibene, Alessandro Manuedda e Vittorio Petrelli, per i quali “ancora una volta la maggioranza raccogliticcia che sostiene il Sindaco del fare ha dimostrato quanto labile sia il legame che tiene ancora insieme questo governo delle larghe intese”. “Evidentemente – commentano – il consiglio comunale da noi richiesto, per poter ridiscutere sullo scempio deliberato in pieno agosto sulla svendita al 60% del patrimonio delle municipalizzate, è un boccone troppo indigesto per chi amministra la città. O forse, più prosaicamente, qualcuno deve essere meglio ‘incentivato’ per prendere parte alla vita politica e espletare con più entusiasmo il mandato per il quale è stato votato dai cittadini. Dove sta la verità? Ai posteri l’ardua sentenza…”
“Intanto – concludono Piendibene, Manuedda e Petrelli – registriamo, con disappunto, che questa città è ancora in mano ad una maggioranza che non è legata da alcun progetto politico e che la definizione ‘larghe intese’ nasconde, in realtà, un cocktail che non si amalgama e che lascia un retrogusto sgradevole”.