Concorsi comunali, l’USB chiede la sospensione dei bandi

302

CIVITAVECCHIA – Sospensione dei due bandi pubblici per titoli ed esami promossi da Palazzo del Pincio a seguito delle delibere dirigenziali n° 2405 e 2413 e richiesta di incontro urgente all’Amministrazione comunale. E’ quanto chiede il sindacato dell‘USB, evidenziando una serie di anomalie nelle determine in questione.

In primo luogo il mancato inserimento delle novità in materia di progressione verticale previste dalla Legge Madia e dall’ultimo Decreto Milleproroghe, le quali garantirebbero economia di spesa sul personale e possibilità di stabilizzazione dello stesso; quindi l’introduzione della figura di un Ingegnere ambientale non prevista dal Piano triennale del fabbisogno dell’ente. L’USB contesta inoltre il mancato inserimento della Laurea in Lettere, come precedentemente accaduto, tra i requisiti per la ricerca di un Funzionario amministrativo, ritenendo questa lacuna discriminatoria nei confronti del personale interno e dei candidati esterni.

L’Unione Sindacale di Base si chiede poi perché nei bandi sia prevista una quota del 20% riservata al personale interno quando è possibile inserire una quota fino al 50% e come mai sia prevista una pubblicazione dei bandi in Gazzetta ufficiale di soli 20 giorni a dispetto dei consueti 30.

Infine l’USB, dal momento che nel bando si specifica che “si è già provveduto ad espletare con esito negativo le procedure di mobilità obbligatoria”, chiede di acquisire tutta la documentazione relativa a tale procedura.

In caso di mancata sospensione dei bandi e di convocazione delle parti, l’USB annuncia l’attivazione di tutte le forme di protesta.