“Centrosinistra invidioso, le Terme daranno lavoro a migliaia di persone”

188

terme taurineCIVITAVECCHIA – Clima sempre più teso tra i sostenitori di Pietro e Gianni Moscherini. Nel pomeriggio di ieri, infatti, il Coordinamento delle Larghe intese ha segnalato alla Polizia municipale un speakeraggio ritenuto non autorizzato ed offensivo nei contenuti da parte di alcuni esponenti del Comitato di Tidei, ai quali sarebbe stata comminata una sanzione amministrativa. A fomentare la polemica la presentazione del progetto termale, prevista per oggi pomeriggio, con le Larghe intese che replicano alla presa di posizione dei partiti del centrosinistra, definito “inconcludente ed aggressivo”.
“In cinque anni di opposizione – affermano i sostenitori di Moscherini – il partito del no si è battuto strenuamente in tutte le sedi, anche in Regione e Provincia, al solo fine di bloccare i progetti di sviluppo e lavoro per la città. Ricordiamo infatti che i consiglieri Mauro Cosimi, Marietta Tidei, Marco Piendibene, Vittorio Petrelli, Alessandro Manuedda e Mirko Cerrone, il 21 marzo, hanno votato contro questo grande progetto che darà una vera svolta al futuro dei giovani di Civitavecchia. Forse gli esponenti del partito del no erano mossi dall’invidia di non essere riusciti a concludere nulla in questo senso in 50 anni di malgoverno, o forse la loro voglia di non far fare le terme si spiega per la loro nostalgia dei vecchi tempi, in cui i comunisti si battevano per le ‘terme del popolo’ e cioè contro la costruzione di un albergo e di conseguenza contro lo sviluppo del turismo a Civitavecchia. Purtroppo per loro, però, le terme si faranno e daranno migliaia di posti di lavoro ai civitavecchiesi”.