Carbone, Tidei e De Paolis soddisfatti per la sospensione della gara

325

CIVITAVECCHIA – Commenti positivi all’indomani del Tavolo tecnico convocato in Regione per affrontare la delicata vertenza sul bando Enel per lo scarico del carbone nel Porto di Civitavecchia. Incontro conclusosi con la decisione dell’Enel di sospendere la gara fino al 30 settembre, sebbene tale accordo non abbia accontentato la società Minosse e la Compagnia portuale che chiedevano invece il ritiro del bando.

Tuttavia l’esito del Tavolo viene salutato con soddisfazione dalla Consigliera regionale del PD Marietta Tidei. “Voglio esprimere particolare apprezzamento per il lavoro degli assessori regionali al Lavoro Claudio Di Berardino e alle Infrastrutture e ai Trasporti Mauro Alessandri – le sue parole – e, più in generale, per tutti i rappresentanti istituzionali e le parti che si sono operate per scongiurare il blocco del porto. Mi preme sottolineare come alla politica spetti il compito di tutelare e salvaguardare i livelli occupazionali, non l’interesse di una singola impresa. Su questo fronte voglio essere chiarissima: non un posto lavoro deve essere perso. Bisogna tutelare tutti i posti di lavoro. In questo ragionamento devono rientrare anche quelle imprese e quei lavoratori che non hanno una capacità di mobilitazione come altre. L’attenzione va rivolta a tutto il tessuto imprenditoriale che in questi anni ha subito dei colpi tremendi. Troppi posti di lavoro sono stati persi e troppe imprese hanno sofferto. Auspico che il tavolo di lavoro, riattivato dal sindaco, possa diventare un metodo e non rappresenti, al contrario un caso isolato: serve la collaborazione di tutti per dare risposte concrete ai bisogni dei cittadini”.

Dello stesso tenore il commento del Consigliere regionale della Lista civica per Zingaretti, Gino De Paolis, che giudica “un segnale positivo” la sospensione del bando e il contestuale ritiro della convocazione dello sciopero da parte dei sindacati. “L’intervento della Regione Lazio in questo senso è stato fondamentale e per questo voglio ringraziare gli assessori Di Berardino e Alessandri che hanno fin da subito compreso la delicatezza della situazione e agito nonostante non vi fossero competenze specifiche. Un ringraziamento va anche a tutti coloro che hanno partecipato al tavolo per le questioni inerenti il lavoro – le sue dichiarazioni – Il tavolo, al quale non abbiamo mai fatto mancare il nostro impegno, ogni qualvolta ci sia stato bisogno, con altre questioni relative alla stessa Enel ma anche alla Tirreno Power, solo per fare degli esempi, si è dimostrato ancora una volta uno strumento indispensabile che dovrà sempre essere operativo per affrontare piccole e grandi vertenze che interessano il territorio. Auspico vivamente che questo tempo guadagnato sia utile per ristabilire una intesa e soprattutto un equilibrio tra gli attori che agiscono nel porto, che in queste ore invece è stato fortemente alterato da un atteggiamento poco lungimirante da parte di Enel”.

“Occorre dimostrare – conclude De Paolis – che nessuna prova di forza è utile e che invece, quando si parla di lavoro e di economia di un intero territorio, la sinergia interistituzionale e trasversale anche alle forze politiche, nonché la solidarietà dei lavoratori dimostrata in queste ore, è il modello giusto per perseguire gli interessi collettivi e dei cittadini.”