Tari e imposta di soggiorno differite per le attività danneggiate dal Dpcm

27

CIVITAVECCHIA – Il pagamento Tari di novembre è stato ufficialmente differito al 18 gennaio del nuovo anno per tutte le attività colpite dal Dpcm del 24/10/20. È uno dei provvedimenti del nuovo pacchetto di misure approvato dalla Giunta Tedesco, per consentire di alleggerire la pressione fiscale sulle attività produttive, già colpite duramente dall’emergenza sanitaria.

Dichiara il Sindaco Ernesto Tedesco: “È importante comprendere che l’Amministrazione comunale sta cercando di azionare tutte le leve in suo possesso per non pesare sulle tasche delle attività economiche che formano il tessuto sociale della città. Abbiamo differito il pagamento della Tari al 18 gennaio; una misura che andrà a beneficio di circa 3.000 attività locali; inoltre, per quanto riguarda l’imposta di soggiorno, abbiamo previsto un rinvio cumulativo al 31 marzo 2021. Piccole misure che, per quanto ci è possibile, vanno nella direzione di dare un sostegno alle aziende più colpite dalle misure governative. In questo momento possiamo solo differire. Lo Stato deve intervenire, perché non abbiamo la disponibilità finanziaria per eliminare il pagamento”.

L’Assessore al Bilancio, Emanuela Di Paolo, scende più nel dettaglio: “Non si tratta solo di semplici rinvii, ma con la formalizzazione dei differimenti, sia della Tari che dell’imposta di soggiorno, come fatto dall’inizio dell’emergenza, evitiamo che le imposte non pagate incolpevolmente dai cittadini, producano sanzioni ed interessi. In particolare, per quanto riguarda la tassa di soggiorno, le strutture ricettive potranno riversare tutto quanto non versato nel 2020 e quanto previsto per il primo trimestre 2021, appunto entro il 31 marzo e senza sanzioni. Nella consapevolezza che il rinvio dei pagamenti non è risolutivo, vogliamo comunque dare un segnale di vicinanza, nella speranza e nell’attesa che, superati i prossimi mesi, che si prospettano ancora difficili per tutti senza i ristori promessi, con il nuovo anno l’economia riparta. Gli utenti saranno costantemente aggiornati grazie alle modalità on line che abbiamo attivato sul sito ufficiale del Comune alla sezione tributi, dove troveranno di volta in volta le note informative relative alle modifiche adottate”, conclude l’Assessore Di Paolo.