Anche noi “restiamo liberi” di fare informazione senza che qualcuno ci detti le condizioni

1555

CIVITAVECCHIA – “Non rilasceremo interviste e non risponderemo ai giornalisti”. Così si sono espressi in una nota stampa gli organizzatori della manifestazione “RestiamoLiberi”, andata in scena ieri sera a Piazza Fratti per dire no al Ddl Zan sull’omotransfobia.
Curioso però che, in nome di una concezione della libertà a questo punto molto soggettiva, gli stessi organizzatori che non vogliono parlare con la stampa inviino alle redazioni un comunicato sulla loro manifestazione, chiedendone la pubblicazione.
Quindi vorremmo capire: non volete parlare con la stampa ma volete che la stampa pubblichi il vostro comunicato? Contestate il presunto “pensiero unico” contenuto nel Ddl Zan ma pretendete che la notizia della vostra manifestazione sia raccontata senza possibilità di confronto e contraddittorio, in base al vostro “unico pensiero”?
No grazie, anche noi “restiamo liberi” di fare informazione senza che qualcuno ci detti le
condizioni.

Marco Galice