Alemanno benedice la discarica di Allumiere: “E’ un sito possibile”

645

alemannoCIVITAVECCHIA – Continua la battaglia contro la discarica di Allumiere del candidato sindaco Pietro Tidei e della Coalizione di Centrosinistra. “La discarica di S. Lucia è zona militare destinata allo smaltimento delle armi chimiche e batteriologiche. Come zona Militare è fuori dalla competenza della Regione ed è collegata con la ferrovia alle vicinissime Centrali elettriche – spiegano le forze della coalizione (Pd, Sel, Idv, Psi, Comunisti Italiani, Lista Tidei, Lista Ritorna il Futuro) in una nota unitaria – Domenica scorsa il sindaco di Roma Alemanno (ci sono le registrazioni ) ha definito Allumiere un ‘sito possibile’. Esiste già un accordo formale, un protocollo d’intesa a firma Alemanno-La Russa (allora Ministro della Difesa) che ha come oggetto proprio la discarica dell’immondizia di Roma a S. Lucia.  Proprio la Polverini – continua la Coalizione – ha ufficialmente esteso l’Ambito territoriale di Roma a tutto il Lazio, Civitavecchia ed Allumiere comprese, ed ha così preparato la strada ai rifiuti di Roma fino a qui. Oltretutto dei sette siti indicati dalla Regione  il ministero ne ha già scartati sei. Il sindaco Moscherini finge di partecipare alla manifestazione antidiscarica: ha detto che c’era ma nessuno lo ha visto. Polverini, Alemanno, La Russa e Moscherini sono dello stesso partito”.
E le dichiarazioni pubbliche di Alemanno di domenica scorsa, che si trovano anche all’indirizzo web http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=-3ZiF_x2ciU, non lasciano per nulla tranquilli: “Questa è un’ipotesi che non scarto affatto, perché è una zona militare, è una zona pubblica, è una zona che non ha padroni è una zona altamente diversa dalle altre aree antropizzate. Quindi io dico la discarica ad Allumiere non la scarto. Dico che secondo me Allumiere è un sito possibile. Chiaro il discorso? È un sito possibile”.
Alla luce di queste parole Tidei e il centrosinistra invitano a tenere alta l’attenzione sulla vicenda.