Accordo Comune-Sar Hotel: a settembre i lavori per la Cittadella delle Terme

252

moscherini sar hotelCIVITAVECCHIA – Sottoscritto l’accordo per la realizzazione delle nuove Terme di Civitavecchia tra il sindaco Moscherini e il rappresentate della Sar Hotel, responsabile della ristrutturazione. Firmata anche la fideiussione del progetto. “Questa è una firma storica – dichiara Moscherini – che comporterà una svolta storica della città sul lato turistico dell’entroterra, collegata all’altra svolta storica sul lato mare avvenuta con l’abbattimento dei silos del Porto. Quello del termalismo è un obiettivo inseguito dalle amministrazioni comunali fin dal 1947 e che non è mai stato raggiunto fino a questo momento. L’ultima volta ci si è impantanati nel 2001 con tre fallimenti consecutivi che hanno caratterizzato la storia termale di Civitavecchia degli ultimi dieci anni. Finalmente abbiamo ripulito il percorso e siamo pronti ad iniziare la svolta storica della città”. In programma, oltre alla nascita delle nuove terme, anche la ristrutturazione della Ficoncella e la musealizzazione delle Terme Taurine. Il nuovo approccio totale all’area termale è quello vincente secondo il sindaco di Civitavecchia, che vuole creare una vera e propria Cittadella delle Terme con cui incrementare il turismo e ravvivare l’economia della città, oltre che creare circa 1500 posti di lavoro fissi e circa 3000 di indotto, con l’ideazione di particolari pacchetti turistici ad hoc per le Terme da proporre a croceristi e non. Per i circa 150 ettari di terreno disponibili si è pensato anche ad un ampio campo da golf . “Abbiamo pensato a tutto per fornire alla cittadinanza e ai turisti un punto di eccellenza e di spessore. Questa è una riqualificazione unica per Civitavecchia, che segna una svolta storica”. Una spesa prevista di circa 120 milioni di euro per l’intero progetto, per una fruizione ipotizzata di almeno 6, 7 milioni di persone all’anno. La tempistica del progetto prevede l’inizio dei lavori per settembre-ottobre e la loro conclusione in circa tre anni. Entro la fine del mese si terrà invece la presentazione pubblica dei dettagli del progetto.

Francesca Ivol