Accordo Comune-Porto, il Consiglio di Stato accoglie la richiesta di sospensiva dell’Authority

211

CIVITAVECCHIA – Il Consiglio di Stato ha accolto la richiesta di sospensiva da parte dell’Autorità di Sistema Portuale circa l’accordo Comune-Porto firmato fra i due enti a luglio 2015.

Una notizia accolta con sorpresa e preoccupazione dal Sindaco Antonio Cozzolino: “Non posso negare che questa sospensiva mi lascia molto amareggiato – il suo commento –sopratutto perché il motivo sarebbe il ‘pregiudizio grave e irreparabile’ per l’AdSP che evidentemente è più importante del danno che si fa da 3 anni a questa parte al Comune e quindi alla cittadinanza. Lo spirito dell’accordo comunque era, e continua a rimanere, il migliorare la sinergia fra i due enti per il benessere sia dei cittadini di Civitavecchia sia di quanti passano per il nostro porto. E’ evidente che questa voglia di sinergia la vuole solo una delle due istituzioni: a distanza di 3 anni l’accordo rimane non onorato e, nonostante a parole il presidente Di Majo continui a dire di voler arrivare ad un punto di intesa, mai ci è arrivata alcuna proposta di modifica dell’accordo stesso ma anzi ci è stata rimandata indietro quella da noi avanzata alla fine del 2017″.

“Ora – conclude il Sindaco – dovremo attendere che il Consiglio di Stato si esprima nel merito: la prossima udienza è stata infatti fissata al 28 marzo, e solo qualche mese dopo arriverà la definitiva decisione. Ricordo che a maggio 2017 anche il Tar Lazio concesse la sospensiva su richiesta dell’Autorità di Sistema Portuale: quando poi il Tar Lazio entrò nel merito, diede completamente ragione alle nostre motivazioni (febbraio 2018)”.