“Il Comune rimborsa i dirigenti ma i semplici lavoratori no”

233

CIVITAVECCHIA – Rimborsi ai dirigenti ma non ai semplici dipendenti di Palazzo del Pincio. Lo denuncia la Uil Fpl con riferimento alla sentenza nç 223/2012 con cui la Corte Costituzionale ha dichiarato illegittimo il decreto legge n° 78/2010 art. 9 comma 2, il quale disponeva che, a decorrere dal 1 gennaio 2011 e sino al 31 dicembre 2013, i trattamenti economici complessivi dei singoli dipendenti, anche di qualifica dirigenziale, superiore a € 90.000,00 lordi annui venissero ridotti del 5% per la parte eccedente fino a € 150,000.00, nonché del 10% per la parte eccedente € 150.000,00. Proprio in ossequio a questa sentenza, secondo quanto dichiara la Uil Fpl, il Dirigente del servizio organizzazione gestione delle risorse umane del Comune, con un provvedimento amministrativo, ha deciso di procedere al rimborso delle somme trattenute ai singoli dirigenti interessati. Ma perché solo a loro e non a tutti i lavoratori del Comune? “Perché Palazzo del Pincio di un certo colore politico – si interroga il Sindacato – che dovrebbe essere vicino ai diritti dei lavoratori, continua a perseguire la linea di pane e lenticchie per molti e champagne per pochi? La vergogna non conosce confine. Sulla questione suesposta, la Uil Fl sempre attenta e vigile alla tutela dei diritti dei lavoratori, andrà fino in fondo in tutte le sedi opportune”.