323 milioni di incentivi ad Enel: “Porterà il gas a Civitavecchia?”

0
703

CIVITAVECCHIA – Motizie niente affatto rassicuranti per la salute del territorio quelle divulgate dal Gruppo Interdisciplinare Monitoraggio Energia e Ambiente, che rende noto come Terna, Gestore della Rete di Trasmissione elettrica nazionale, abbia concluso a prima asta sul Mercato della Capacità (Capacity Market) per l’anno di consegna 2022 svoltasi tra il 6 e 7 novembre scorso.

“L’asta – riferiscono dal Gruppo Interdisciplinare – si è conclusa con l’assegnazione di 40.919 GW di capacità complessiva, di cui 1.767 GW riferiti a nuovi impianti. Il prezzo di aggiudicazione è avvenuto al massimo della forchetta prevista, 33.000 €/MW per gli impianti esistenti e 75.000 €/MW per i nuovi impianti. Nell’ambito della suddetta asta ENEL ha presentato una offerta pari a 9.619 MW ( 129 MW da nuovi impianti) aggiudicandosi il 100% della capacità resa disponibile. ENEL riceverà pertanto per il 2022 incentivi per circa 323 milioni di Euro. Il 28 novembre prossimo si replica, questa volta per l’assegnazione della capacità relativa all’anno 2023. Terna, pur sollecitata al riguardo dalla stampa specializzata di settore, non ha al momento reso disponibile il dettaglio degli impianti che andranno a beneficiare degli incentivi che, per l’anno 2022, ammonteranno complessivamente a circa 1 miliardo e 300 milioni di euro. Per quel che riguarda le centrali localizzate a Civitavecchia possiamo affermare che certamente fa parte dell’elenco Torvaldaliga Sud di Tirreno Power (già beneficiaria del vecchio capacity payment) ma potrebbe addirittura esserci anche Torvaldaliga Nord di Enel (in versione carbone)”.

Relativamente alla imminente asta del 28 novembre che andrà ad assegnare le quote per il 2023 si apprende dal quotidiano “Città di La Spezia” che ENEL avrebbe inserito nell’offerta di capacità per l’area Nord Italia, anche le nuove centrali Turbogas di La Spezia e Fusina, progettate parallelamente a quelle di Civitavecchia e Brindisi sud e ancora tutte da autorizzare ed eventualmente realizzare.

“Non è al momento dato sapere se ENEL parteciperà anche per Torrevaldaliga Nord, come per La Spezia e Fusina all’asta per il 2023 ed eventualmente se in versione ‘carbone’ o ‘gas’ – concludono dal Gruppo Interdisciplinare Monitoraggio Energia e Ambiente – Come già riportato anche dalla stampa locale, contro la partecipazione al capacity market di impianti non ancora autorizzati risulta pendente al TAR della Lombardia il ricorso fatto dalle società Tirreno Power – Repower, Axpo e da Italia Solare”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY