Ugl: “Le bugie hanno le gambe corte, il Sindaco si è defilato”

CIVITAVECCHIA – Dal Sindacato UGL Civitavecchia riceviamo e pubblichiamo:

Le bugie hanno le gambe corte e l’ipocrisia la fa da padrone, non solo il Sindaco si è defilato senza neanche salutare i lavoratori in assemblea sotto il comune e, questo a memoria di uomo non ci ricordiamo sia mai successo.
Infatti in qualsiasi assemblea dei lavoratori svoltasi al pincio, tutti i suoi predecessori, dalla destra alla sinistra sono sempre scesi in mezzo ai lavoratori, anche solo per salutare. Tedesco al contrario, non solo non si è presentato ma si permette di strumentalizzare, sia i lavoratori che i cittadini, infatti subito dopo l’assemblea ha fatto un’ uscita giornalistica mentendo palesemente. Noi capiamo che egli nutra odio verso Attig Fabiana, perchè purtroppo in politica la coerenza è di pochi. infatti la consigliera Fabiana non sta facendo altro se non quello che aveva detto in campagna elettorale, al contrario del sindaco e dei suoi seguaci. Ma veniamo al fatto di ieri, un operaio dell’igiene urbana e non un sindacalista come ha detto il sindaco, prima bugia, ha cominciato a sparlare di Fabiana Attig mentre la stessa parlava al megafono, non accorgendosi neanche di questo operaio che blaterava e, siccome questo soggetto continuava, un sindacalista di altra sigla è intervenuto a difesa di Fabiana intimando al lavoratore di farla finita e ascoltare come stavano facendo tutti gli altri lavoratori presenti. Ma questi continuava, tanto che è intervenuto un altro dipendente, sempre a difesa di Fabiana. Comunque non è poi successo niente di eclatante, a parte qualche insulto verbale e, qui la seconda grande bugia, dove il sindaco ringrazia le forze dell’ordine per aver sedato la rissa. Le forze dell’ordine neanche si erano accorti del fatto, o se avevano visto non hanno dato assolutamente importanza al fatto, anche perchè chi è del mestiere sa che qualche strillo fa parte del gioco, c’è sempre qualche lavoratore che va un pò fuori le regole del bon ton. Chiudiamo dicendo al sindaco e alla sua esigua maggioranza di mantenere le loro promesse, invece di screditare con falsità persone che le stanno mantenendo”.

Gruppo dirigente e rsa UGL