Patrick Zaki : rinnovo detenzione per 45 giorni

50

Rinnovo della detenzione preventiva di 45 giorni per Patrick Zaki arrestato lo scorso Febbraio 2020 all’aeroporto del Cairo . Zaki è accusato di ” istigazione a manifestare, esortazione a rovesciare il regime e diffusione di false informazioni, notizie in grado di perturbare la sicurezza e la pace sociale. I motivi della sua incarcerazione permangono sempre e le indagini proseguono ancora” conferma una fonte giudiziaria egiziana all’Ansa.

  “Siamo in una situazione paradossale in cui giudici, procuratori e altri esponenti della magistratura egiziana comunicano l’esito presunto dell’udienza per Patrick a tutti meno che all’avvocata. Questa vicenda, se confermata, dimostrerebbe ancora una volta che in Egitto le procedure, i diritti, il rispetto per la dignità dei detenuti valgono meno di zero”, ha commentato all’Ansa Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia. “Se per Patrick si apre il secondo anno di detenzione illegale, arbitraria, senza processo, crudele, allora dobbiamo davvero raddoppiare le forze e prepararci per una campagna ancora più massiccia”. Patrick George Zaki rischia fino a 25 anni di carcere per dieci post di un account Facebook, che la sua difesa considera ‘falso’, ma che ha consentito alla magistratura egiziana di formulare pesanti accuse di “incitamento alla protesta” e “istigazione a crimini terroristici”.