Myanmar, arrestato un altro giornalista

La testata Democratic Voice of Burma conferma l’arresto di un suo giornalista avvenuto nelle scorse ore presso la sua abitazione. Nelle ultime settimane, in Myanmar, a seguito del colpo di stato e la presa del potere da parte dei militari, diversi giornalisti sono stati arrestati mentre documentavano gli scontri per conto delle testate per cui lavorano. Il giornalista arrestato la scorsa notte, Kaung Myat Hlaing, ha trasmesso in diretta Facebook le fasi dell'”attacco” alla sua abitazione da parte delle forze dell’ordine. Non si conosce al momento il luogo in cui è detenuto.

Fonti mediche dichiarano che le forze di sicurezza del paese sparano veri colpi di arma da fuoco contro i manifestanti.  I militari, che hanno preso il potere all’inizio di febbraio spodestando il governo eletto guidato da Aung San Suu Kyi, negli ultimi giorni hanno intensificato l’uso della forza e gli arresti di massa per cercare di reprimere le proteste.  Durante il fine settimana sono state arrestate più di mille persone, compresi 7 giornalisti tra cui Thein Zaw di Associated Press. In totale, da quando i militari hanno preso il potere, più di 20 giornalisti sono stati arrestati