Giovanili CPC. La Juniores rialza la testa, travolti gli Allievi

0
348

CIVITAVECCHIA – Una Juniores CPC2005 ridotta ai minimi termini batte l’Aurelio Fiamme Azzurre e ritorna a respirare. I quattordici in lista hanno avuto il piacere di riportare la CPC2005 fuori dalla zona play-off, dopo una partita gagliarda e ben giocata in tutti gli elementi. Spicca la personalità di Desini che tra i pali ha finalmente dimostrato il suo valore, di Lava capace di respingere sulla riga un gol già fatto, quelle di Palmieri e Mastropietro, autori dei gol che valgono la vittoria, e di Nocchia, quest’oggi assist man. La classifica ora vede a due punti dai portuali lo stesso Fiamme Azzurre, per loro sestultima posizione con ventisei punti, a quattro lunghezze dai portuali il Vetralla e a cinque l’Accademia Sporting Roma. In terzultima posizione e a sei punti dalla CPC2005 troviamo momentaneamente l’Astrea, mentre chiudono la classifica Il Tolfa, penultimo al momento con 20 punti, e il fanalino di coda la Corneto che ha soli 17 punti. La salvezza passerà essenzialmente per gli scontri diretti con il Tolfa e la Corneto, in un girone che ancora può dire molto.

Si fermano a due le vittorie consecutive degli Allievi, che devono cedere gli onori delle armi allo Sporting Tanas quarta forza del campionato e vittorioso per 5-1. In un campionato dove il divario tra le prime sei-sette del girone e le altre sembra insormontabile, diciamo che i portuali reggono bene l’urto non capitolando come per esempio accaduto col Montespaccato. Lo Sporting passa dopo appena un minuto con Fecchi, ma la CPC2005 c’è e con Del Gaudio per due volte va vicinissima al pareggio. Lo Sporting tira la volata e in due minuti annichilisce le speranze portuali, quando prima al 6? Dridi raddoppia e due minuti dopo con Di Leva che segna la terza rete. Tutto fa supporre l’ennesima goleada ma cosi non è. La CPC2005 regge bene sul rettangolo di gioco e al 37? ha la palla per ridurre lo svantaggio con Visciola, ma il rigore calciato non si insacca alle spalle di Chiarucci. Ripresa sulla falsa riga della prima frazione, con la gara combattuta ma col parziale che pende terribilmente per i locali. Lo Sporting passa ancora due volte con Fecchi e Dridi, 15? e 30?, ma la CPC2005 sempre in gioco riesce quasi allo scadere, col rigore trasformato da Maccarini, a rendere il parziale meno pesante.

Finisce invece nel più classico zero a zero tra i Giovanissimi CPC2005 e i pari età dell’Empire Sport Academy. Gara dettata dalla splendida giornata e dalle occasioni vanificate all’ultimo istante dal giovane portiere ospite. Non era iniziata cosi bene la gara coi ragazzi di Smeraglia troppo raccolti all’indietro, e i romani a dettare trame e gioco. Dura poco l’assalto visto che la CPC2005 col corso dei minuti prende metri di campo, costringendo gli avversari a sporadici contropiedi. Se ne conteranno almeno cinque o sei di palle gol, ma nessuna cosi clamorosa, per i rosso portuali. Finisce quindi con un pareggio al fischio finale in una categoria dove, ribadiamo, serve poco la classifica, ma in cui si sta cercando un gruppo solido per il futuro. E di buone realtà col passar del tempo se ne iniziano a intravedere.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY