L’AMORE AI TEMPI DEL COLERA di Gabriel García Márquez

721

L’amore ai tempi del colera di Márquez, tra i maggiori scrittori spagnoli di tutti i tempi, parla di un amore, quello di un poeta per Fermina Daza la più bella ragazza della Colombia, sofferto ma basato su un sentimento incrollabile e su un desiderio mai sopito, durato “cinquantatré anni, sette mesi e undici giorni, notti comprese“, il tempo che Florentino Aziza ha dovuto aspettare per vedere realizzato il suo sogno con Fermina Daza.

Un romanzo straordinariamente intenso ed avvincente, dall’inizio alla fine, passionale e appassionato, ma anche intriso di compassione ed empatia per il povero Florentino, rifiutato gelidamente dopo anni di corteggiamento epistolare e di strazianti attese: “Mi sono conservato vergine per te” confiderà il poeta alla ragazza.

L’accostamento tematico fra l’amore e il colera che affligge un paese dei Caraibi nel XIX secolo caratterizza l’opera: l’amore ha gli stessi sintomi del colera, caratterizzata da strazianti stati d’animo febbrili e l’istinto irrefrenabili di compiere azioni che le persone sane ritengono folli ed insensate