Un “Mare sicuro” anche per questa estate

347

CIVITAVECCHIA – Avviata anche per la stagione estiva 2014 l’Operazione “Mare Sicuro”, promossa a livello nazionale dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, a tutela della sicurezza dei bagnanti, dei diportisti e dei frequentatori del mare in generale.
L’operazione “Mare Sicuro” si svolgerà attraverso un dispositivo integrato di pattuglie via mare e via terra, a cui saranno assegnate le varie porzioni nelle quali è stato suddiviso il litorale di giurisdizione della Capitaneria di porto di Civitavecchia, comprendenti i territori dei Comuni da Montalto di Castro a Ladispoli.
L’iniziativa è stata preceduta, nei mesi scorsi, da una costante e capillare attività di sensibilizzazione e divulgazione informativa presso istituti scolastici di vario ordine e grado, nonché attraverso incontri in Capitaneria con i rappresentanti delle categorie interessate (operatori balneari ed assistenti bagnanti in particolare).
Significative le novità di quest’anno. Verranno, infatti, istituiti degli “info-point”, in particolare presso le spiagge libere, dove gli utenti del mare potranno ricevere ogni tipo di informazione in materia di sicurezza e corretto uso del mare e dell’arenile.
Inoltre, come previsto dalla nuova Ordinanza di Sicurezza balneare, della Capitaneria di porto di Civitavecchia – n°87/2014, è consentito l’uso, per coloro che intendano nuotare al di fuori della fascia dei 200 metri riservata alla balneazione, come alternativa al già previsto segnalamento da sub, di calottine di colore rosso, affinché siano più facilmente individuabili dalle unità in transito, dagli assistenti bagnanti e dal personale della Guardia Costiera.
Si ricorda, infine, il numero 1530 per le emergenze in mare, operativo su tutto il territorio nazionale 24 ore su 24 e utilizzabile gratuitamente sia da telefonia fissa che mobile. Da quest’anno, sarà possibile, anche per le chiamate effettuate dal proprio cellulare, il contatto diretto tra il segnalante e la Capitaneria sul cui territorio ricade la cella agganciata, alla quale verrà immediatamente instradata la comunicazione.