Tarquinia. Il Movimento 5 Stelle vittima di un “vento fastidioso”

231

plance elettorali tarquiniaTARQUINIA – I manifesti del Movimento 5 Stelle rimossi dalle plance elettorali. Lo denunciano gli stessi grillini che ricorrono all’ironia per commentare l’accaduto, addebitando l’improvvisa scomparsa dei manifesti del loro candidato sindaco Cesare Celletti alla forza di Eolo e alla buriana che la scorsa notte si è abbattuta su Tarquinia.
“Prova del passaggio delle forti raffiche di vento si può osservare rimirando, laddove è stato piazzato lo spazio per le affissioni elettorali, i rettangoli spogliati dai manifesti – affermano in modo provocatorio dal movimento – che pure erano stati attaccati con colla forte e tanta cura, strappati via dalla furia iconoclasta della buriana. È vero che i cambiamenti climatici influenzano i fenomeni meteorologici e questi sono sempre più insoliti e imprevedibili ma, mai prima d’ora, avevamo avuto modo di registrare e osservare un turbinio così selettivo e particolare. Infatti, le affissioni elettorali del Movimento 5 stelle, regolarmente posizionate nello spazio n° 13 assegnatogli dalla Commissione Circondariale, sembrano essere state integralmente rimosse da una forza d’aria che si è abbattuta dal basso verso l’alto, precisamente, e senza minimamente lambire quelle adiacenti, sul rettangolo dove erano state incollate la sera del sabato precedente. Al posto dell’immagine del candidato sindaco Cesare Celletti e degli altri annunci ora ci sono due X  sul nudo metallo”. (nella foto).
“Con la speranza che il clima, e il vento, siano meno dispettosi per l’imminente futuro – concludono i grillini – preghiamo gli uffici preposti a ripristinare lo sfondo bianco e la relativa numerazione dello spazio assegnatoci. Chè gli sforzi, l’impegno e i sacrifici di persone, radunatesi con l’intento di  migliorare la nostra Città, non siano gettati al vento da stupide folate”.